Castel Focognano: tariffa della nettezza urbana ridotta del 4,5%

(immagine di repertorio)

Il Consiglio Comunale di Castel Focognano, durante l’ultima seduta, ha approvato le tariffe della nettezza urbana per l’anno 2018 con una riduzione media del 4,5%. “E’ un risultato importante – ha commentato il Sindaco Massimiliano Sestini – dato dall’azione di maggiore controllo sui costi dell’ATO e in generale dalla maggiore attenzione alla politica inerente i rifiuti. Il pensiero va a quei cittadini di Castel Focognano, e sono la maggioranza, che hanno ben compreso l’importanza di un corretto conferimento dei rifiuti, a salvaguardia dell’ambiente che ci ospita e che lasceremo alle future generazioni. A loro il plauso e l’invito a proseguire in questa direzione e a cercare di migliorare ancora, così come l’Amministrazione sta cercando di migliorare il servizio”.
Adesso è indispensabile, secondo il Sindaco, continuare “Nella lotta all’abbandono dei rifiuti, soprattutto quelli ingombranti, che viene perpetrato da maleducati e irrispettosi, ma anche nella continua e costante azione di sensibilizzazione dei cittadini, specie negli ambiti scolastici, nonché nel contrasto alle elusioni del pagamento della tassa, perseguendo quel principio di etica morale che “pagare tutti per pagare meno” non è solo uno slogan ma può essere un reale obiettivo amministrativo a beneficio di tutti i cittadini. Il nostro impegno continuerà per migliorare la pulizia del nostro territorio e adottare misure che premino i cittadini virtuosi; per questo motivo abbiamo chiesto all’ autorità dei rifiuti di studiare un piano per arrivare il prima possibile ad una fatturazione puntuale, vogliamo un rivoluzionario sistema di tariffazione che faccia pagare ai cittadini la tassa in proporzione alla quantità e alla qualità del rifiuto che ognuno produce. La strada intrapresa è quella giusta; vogliamo continuare a perseguirla insieme a tutti coloro che come noi, hanno a cuore le sorti del nostro bellissimo territorio”, conclude il Sindaco Sestini.
Comunicato stampa
Poppi, 05 aprile 2018