Castel Focognano, venti profughi impegnati in lavori socialmente utili

Nel Comune di Castel Focognano, già da una settimana, sono stati attivati due nuovi progetti di inclusione-integrazione per i profughi ospitati nel centro del basso Casentino. Entrambe le cooperative, La Città del Sole e l’Arca Etrusca, sono state coinvolte nell’iniziativa e un gruppo di venti profughi, ogni mattina, dal lunedì al giovedì e il sabato, sono impegnati in lavori di pulizia dei grigliati stradali, del sottopasso di Rassina, oltre a vie e piazze ed altri interventi di piccola manutenzione. Soddisfatto il Sindaco di Castel Focognano Massimiliano Sestini: “Fino a che questo non diventerà un obbligo, la mia Amministrazione spronerà l’attivazione di queste collaborazioni; a nostro avviso infatti questo è l’unico modo per integrare queste persone, e far restituire loro qualcosa alla comunità che li ospita. E le esperienze già fatte ci dicono che loro sono felici di potersi rendere utili”.
Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa