C’è preoccupazione in Casentino per la chiusura della E45. I sindaci: “Ripercussioni sull’economia della vallata”.

La chiusura della E45 preoccupa i sindaci dell’Unione dei Comuni, il sindaco di Pratovecchio Stia Nicolò Caleri e quello di Bibbiena Daniele Bernardini, che insieme chiedono interventi tempestivi per la messa in sicurezza e la riapertura del viadotto Puleto. “Si tratta di una strada cruciale per la vallata, alla quale si arriva dal Casentino attraverso il Passo dello Spino – spiegano i sindaci – in inverno, considerati i continui divieti di transito del Passo dei Mandrioli dovuti alla neve e al ghiaccio, la E45 rappresenta di fatto l’unica via d’uscita dal nostro territorio per i mezzi pesanti diretti in Romagna. E’ evidente che le conseguenze di una prolungata chiusura di quel tratto di strada causerebbe un danno economico rilevante per tutto il Casentino. In queste ore ci stiamo confrontando con tutte le amministrazioni coinvolte nella situazione di criticità che si è venuta a creare al fine di individuare vie alternative, con la speranza di trovare una soluzione in tempi brevi”. In caso di chiusura del Passo dei Mandrioli, che dal canto suo presenta non poche criticità, i mezzi pesanti diretti in Romagna sono oggi costretti a tornare ad Arezzo per imboccare l’autostrada del Sole fino a Bologna e girare successivamente verso la A14. Un tragitto lungo e penalizzante per i trasporti e di conseguenza per tutta l’economia della vallata.

C. stampa Unione dei Comuni