Cetica: scomparso Vitaliano Ghirelli, si teme il peggio

Il 73enne di Cetica, molto conosciuto sia nell’alto Casentino che nella zona di Poppi dove possedeva un’abitazione, non dà notizie di sé dal 28 marzo scorso. A dare l’allarme per la sua scomparsa è stata una parente preoccupata perché non riusciva a raggiungerlo sul cellulare. Le ricerche sono subito cominciate e hanno impegnato decine di uomini tra carabinieri, vigili del fuoco e volontari. Si teme il peggio perché in casa del pensionato è stato ritrovato il telefonino scarico e, all’esterno, il suo motorino: l’unico mezzo di trasporto dell’anziano. Le ricerche stanno continuando e sono ricominciate all’alba di questa mattina (mercoledì 6 marzo) ed interessano la zona di Cetica, nel comune di Castel San Niccolò, e dei fiumi dove Vitaliano, appassionato di pesca, si recava spesso. Sembra infatti che, dalla casa del pensionato, manchi la canna da pesca e il relativo equipaggiamento con la cesta da trote. Altre ipotesi per questa misteriosa scomparsa sembrano non avere fondamento. Nella casa, infatti, non sono stati trovati segni di effrazione e le stanze sono in perfetto ordine. Non sono neanche stati trovati messaggi d’addio che potrebbero rimandare ad un gesto disperato. Vitaliano, per altro, un passato come “potino” a Roma nelle tenute presidenziali, è descritto da tutti quelli che lo conoscono come una persona mite, senza particolari problemi e senza nessun tipo di disturbo psichico. Una persona conosciuta e benvoluta da tutti. I parenti sono giunti ieri in Casentino per sporgere la denuncia di scomparsa e per partecipare alle ricerche. Si continua a sperare.