Chiusi della Verna continua i gemellaggi con i territori di San Francesco

Dopo Greggio, siglata l’alleanza con San Leo.

Nasce il gemellaggio tra Chiusi della Verna e la città di San Leo. L’alleanza è stata siglata martedì scorso nella sede comunale di Chiusi della Verna, durante una seduta del Consiglio comunale e alla presenza di Padre Paolo, parroco della comunità di Chiusi. Il sindaco Giampaolo Tellini ha ospitato il primo cittadino di San Leo Leonardo Bindi per siglare il documento che testimonia il gemellaggio, con la promessadi cooperare e collaborare in diversi settori, da quello politico, a quello economico, da quello commerciale fino a quello sociale ed educativo. L’obiettivo, come spiegato dai due sindaci promuovere l’integrazione e l’unione tra le due comunità, la condivisione dei problemi e lo scambio delle opinioni.

Continua quindi il percorso intrapreso dal comune di Chiusi della Verna, che vede siglare il legame di questo territorio con i luoghi in cui San Francesco ha lasciato un segno. La storia narra che Francesco d’Assisi, l’8 Maggio 1213 giunse a San Leo in occasione dell’investitura a Cavaliere di un Conte di Montefeltro alla quale era presente, fra gli altri, anche il Conte Orlando Cattani da Chiusi. Alla presenza di tanta gente, Francesco non esitò dal diffondere il Vangelo e all’ombra di un olmo tenne una fervente ed appassionata predica prendendo spunto da una canzone del tempo che recitava: “Tanto è il bene che mi aspetto, che ogni pena mi è diletto”. Le parole del Santo toccarono profondamente il Conte Orlando, che volle dargli in dono il solitario Monte della Verna, ritenendolo adatto a chiunque volesse fare penitenza.

“Un’altra importante tappa del percorso che ci vede siglare importanti patti di amicizia con i territori in cui San Francesco ha lasciato un segno – ha dichiarato il sindaco di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini – dopo il gemellaggio con il comune di Greggio, abbiamo siglato l’alleanza con il comune di San Leo e insieme lavoreremo per chiudere il cerchio e coinvolgere anche il comune di Assisi. Questo è il punto di inizio di una nuova collaborazione che vedrà i due territori impegnati in iniziative comuni, nella memoria di San Francesco che ha creato questo profondo legame storico”.

Ultimi Articoli

Chiude lo storico Bar Bibbiena: la lettera di un gruppo di amici

I bar sono luoghi di socialità. Da sempre. Con la pandemia questi spazi aperti di incontro tra generazioni, avamposti delle nostre piccole frontiere, hanno...

Versi al profumo di inchiostro, presentazione sabato 10 dicembre a Bibbiena

BIBBIENA - C’è tutta una vita nelle poesie e nei pensieri che Sabrina Ducci ha raccolto nel libro “Versi al profumo di inchiostro”, che...

Subbiano: variazione di bilancio, una manovra che parla di solidarietà

STANZIATI 25 MILA EURO PER PACCHI SPESA E SOSTEGNO AL PAGAMENTO DELLE UTENZE Il 29 novembre scorso il Consiglio comunale ha approvato l’ultima variazione di...