Chiusi della Verna potenzia l’ufficio turistico

Tellini: “Promuoveremo l’attrattiva del nostro territorio”.

Il comune di Chiusi della Verna, in collaborazione con il Santuario Francescano, ha deciso di potenziare l’ufficio turistico integrando il personale con una professionista che darà vita ad un sistema unitario capace di creare una linfa alle economie locali sotto il profilo culturale e turistico, con l’obiettivo di garantire uno sviluppo alla comunità e di rafforzare l’offerta con percorsi tematici legati alla cultura, all’artigianato e all’enogastronomia. Si tratta di Valentina Lattari, storica dell’arte che ha fatto della sua più grande passione un vero e proprio lavoro. Valentina attualmente collabora come guida interna nei Musei Vaticani, come guida turistica per City Wonders e come consulente di arte e cultura a Chiusi della Verna. “Non è una figura nuova per il nostro territorio – ha spiegato il sindaco di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini – ha già lavorato nel Punto Informazioni del comune organizzando laboratori didattici, incontri culturali, tour guidati finalizzati a far conoscere la cultura, la tradizione e i misteri di questa terra millenaria. E lo ha fatto molto bene, con ottimi risultati. Il nostro territorio offre tantissime possibilità che spaziano dalla natura alla storia per arrivare agli itinerari spirituali, il turismo è un potenziale enorme che dobbiamo sfruttare al meglio”. L’obiettivo è quello di trasformare il Punto Informazioni di Chiusi in un punto di riferimento per tutta la vallata e per le stesse associazioni del territorio, anche in funzione al grande progetto dei Cammini di Francesco che vede Chiusi della Verna capofila. Le idee sono tante, dai corsi di cucina di prodotti tipici del territorio come il tortello alla lastra o i piatti a base di tartufo, fino alla proposta di attivare un pulmino messo a disposizione del comune per trasportare i turisti nei luoghi di maggiore attrattiva con l’accompagnamento di una guida. “Sono molto felice di questo nuovo incarico – ha commentato la Lattari – il mio obiettivo è quello di mettere in atto un progetto comune che potenzi l’offerta turistico-culturale e promuova la competitività e l’attrattiva di questo territorio di grande fascino e bellezza. Vorrei dare vita ad un sistema unitario capace di dare nuova linfa alle economie locali sotto il profilo culturale e turistico, e capace di garantire uno sviluppo alla comunità”.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa