Chiusi della Verna, questione referendum: la risposta della minoranza al sindaco Tellini

Relativamente all’articolo uscito sulla stampa giovedì 22 ottobre da parte del sindaco Giampaolo Tellini, il quale si interroga sull’effettiva esistenza delle firme raccolte nel comune di Chiusi della Verna da parte di un comitato di cittadini, come minoranza consiliare dello stesso comune ci sentiamo in dovere di dare una risposta sull’argomento. Ciò che ci preme sottolineare e chiarire è senza dubbio il dato politico dell’intera vicenda. Come minoranza abbiamo ritenuto indispensabile riconoscere il suddetto comitato, in quanto abbiamo ritenuto molto rilevante il dato numerico delle firme raccolte. Infatti a seguito di una comunicazione ufficiale da parte del referente del comitato, abbiamo appreso che il numero delle firme raccolte (972) rappresentava circa il 70% dell’elettorato attivo del nostro comune, in base ovviamente ai dati delle affluenze delle passate elezioni. Inoltre valutando il modus operandi del comitato e la rispettabilità delle persone che lo componevano, non abbiamo avuto alcun dubbio sulle modalità della raccolta. A seguito di quanto sopra riportato e a seguito del silenzio della maggioranza, abbiamo ritenuto doveroso convocare un consiglio in merito. Non solo, dunque, perché correvamo il rischio che tutto passasse in sordina, ma soprattutto perché credevamo fermamente nell’operato di queste persone che rispecchiavano il volere della cittadinanza. A questo proposito riteniamo offesivi e diffamatori tutti quei commenti che hanno messo in discussione la serietà del nostro ruolo di consiglieri comunali. In quanto chi afferma che le firme non esistono o non siano di residenti nel comune, implicitamente afferma che la minoranza ha volutamente portato in consiglio comunale una cosa priva di qualsiasi fondamento, prendendosi così gioco delle istituzioni e approfittandosi del ruolo che ricopre. Tutto ciò ovviamente è molto lontano dalla realtà ed è ora che ognuno si assuma le responsabilità delle proprie azioni e delle proprie parole. Per quanto riguarda invece la polemica sulla visionatura delle firme da parte della maggioranza, ci rimettiamo alle scelte e alle decisioni delle persone che le hanno raccolte.  
La minoranza consiliare di Chiusi della Verna