Chiusi della Verna, risposta della minoranza al sindaco Tellini

(Nella foto Claudio Loddi – capogruppo minoranza)
“Qualche giorno fa, abbiamo avuto modo di leggere su diversi organi di stampa delle considerazioni del sindaco di Chiusi Della Verna in merito alla delibera dei consigli comunali per la fusione dei Comuni di Castel Focagnano Chitignano e Chiusi della Verna. In queste dichiarazioni sembra di Capire che tali delibere siano state approvate all’unanimità dei Consiglieri.
Come minoranza,  vogliamo precisare che al momento della votazione ci siamo assentati  perché il punto all’ordine del giorno non era quello per cui eravamo stati convocati infatti la proposta di fusione per la quale ci veniva chiesto di esprimerci avrebbe dovuto includere anche Talla.
È evidente che sono state cambiate le carte in tavola all’ultimo minuto e vista l’importanza del tema e a nostro avviso la necessità di fare almeno un’assemblea pubblica,  vista anche la posizione da parte dell’aministrazione fino al giorno prima di totale contrarietà alle fusioni , abbiamo chiesto il rinvio del consiglio. Il sindaco ha risposto picche e questo ha determinato la nostra uscita dall’aula. Quindi la proposta di fusione per Chiusi Della Verna, Chitignano e Castel Focognano è stata approvata dalla sola maggioranza , maggioranza che come noto, nel nostro comune conta solamente 2 voti in più rispetto alla minoranza.
Raccomandiamo al sindaco di non confondere l’unanimità della maggioranza che rappresenta metà dei cittadini con l’unanimità dell’ intero consiglio che rappresenterebbe la totalità della popolazione, popolazione che non è stata gratificata né da un’assemblea pubblica né da un consiglio aperto su un tema che riguarda il futuro nostro e delle prossime generazioni.”
Claudio Loddi