Ciro Masella

Va avanti la Rassegna “Teatro del Fiume” curata dalla Compagnia NATA, e questa volta porta in Casentino una delle eccellenze del Teatro italiano: venerdì 9 agosto alle ore 21:30 infatti, nella Piazza di Pieve a Socana, l’attore Ciro Masella sarà in scena con uno spettacolo tratto da uno dei testi più belli e affascinanti degli ultimi anni, “Novecento” di Alessandro Baricco.
Ci sono storie che, pur parlando di altre vite, di uomini e donne di altri tempi e altri luoghi -spesso immaginari gli uni e gli altri- ci raccontano di noi, del nostro tempo, ci parlano al cuore e alla testa, ci svelano e ci rivelano; storie che ci entrano sotto la pelle e nelle pieghe dell’anima. Quella di Novecento, il più grande pianista che abbia mai solcato l’oceano, è senza dubbio una di queste. Una delle più belle storie mai raccontate. Intensa, commovente, divertente e assurda… come la vita. La storia di una grande e bizzarra amicizia, la storia di un fallimento e di una vittoria… la storia di ciascuno di noi, a vederla bene… Un uomo ci racconta e si racconta… e quella storia semplice e complicata, assurda ma bella… come la vita… diventa la nostra.
Dopo una serie di letture pubbliche in tutta Italia, affollate e apprezzatissime, Masella torna a cimentarsi con questa storia indimenticabile, per condurci in un viaggio spettacolare e divertente, misterioso e dolce. Ancora una volta, la suggestione di un racconto, il fascino dell’oralità, la grande potenza di una storia prenderanno possesso di uno spazio per animarlo di personaggi, luoghi, suoni, immagini e paesaggi. Una voce e una storia.
L’occasione di immergersi nelle pagine di Baricco e di lasciarsi cullare dalle parole; aprire il cuore e la mente e farsi trasportare in mezzo al mare, a volte calmo a volte in tempesta, a bordo di una nave grande e maestosa, in compagnia di un equipaggio bizzarro e a tratti esilarante, ad ascoltare il jazz e “la musica che prima non c’era e dopo non ci sarà mai più” suonata dal più grande pianista che abbia mai solcato l’oceano, quello che ebbe il coraggio di suonare la propria vita come sulla tastiera di un pianoforte, in un’unica infinita nota, ma che da quella nave non scese… mai.

Info e prenotazioni 3351980510

TEATRO DEL FIUME a cura di Nata Teatro

Con il sostegno di Mibac, Regione Toscana, Rete Teatrale Aretina, Residenze Artistiche Toscane – RAT -, Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Comune Di Bibbiena, Comune di Pratovecchio Stia, Comune di Poppi, Comune di Castel Focognano, Comune di Chiusi della Verna.

In collaborazione con CIFA Centro Italiano della Fotografia d’Autore, Centro di aggregazione sociale Giovi Binario 0, Biblioteca Comunale Bibbiena “G. Giovannini”, Centro Creativo Casentino Onlus, Pro Loco – Cetica, PRO LOCO Bibbiena Stazione, Pro Loco Moggiona, Pro loco MEMMENANO.

Sponsor Ufficiali Panificio Rimbocchi, PuntoSicurezzA, Elettrocalor di Falsetti Simone, Chalet Il Valico, Uovo del Casentino – Az. Agr. Le Pescine, Macelleria Fracassi, Il Podestà, Betadue Cooperativa Sociale, Bar Gelateria Edi, apicoltura casentinese, Coingas, Roberto Mariottini Architetto, Tacs – Artigiani del Panno Casentino, Berneschi Porte, Infissi e Serramenti, ATLANTIC OIL, Daniele L’Ottico, Ricci Franco Frutta, Onoranze Funebri Canaccini e Vannucci.

Comunicato stampa
Nata teatro
Castel Focognano, 6 agosto 2019