Come acquistare azioni e in che modo scegliere titoli buoni

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

L’acquisto di titoli azionari è, per definizione, molto praticato nel nostro paese: uno di quegli strumenti finanziari che non passano mai di moda. Per poterlo praticare senza terminare nel cosiddetto “Parco buoi”, quindi perdendo i propri soldi, occorre riuscire a delineare strategie in grado di conferire sicurezze.
Queste strategie sono relative non solo all’individuazione dell’intermediario con cui portare a termine le operazioni, ma anche all’atto di mettere in piedi un piano ponderato che implichi anche un’uscita di emergenza nel caso le cose dovessero andare male. Tutto questo pasa inevitabilmente dall’essere bravi ad individuare le azioni in grado di regalare ottime opportunità.

Come si possono acquistare azioni?

Come riporta il sito specializzato in materia, https://it.insider24.net/, oggi le azioni si possono acquistare in tre diversi modi:

1) rivolgendosi alla banca in cui si detiene il proprio conto corrente;
2) optando per un fondo il quale è solito investire in questo settore del mercato;
3) aprendo un conto presso un broker di trading online.

Proprio la terza modalità è attualmente quella preferita da un numero sempre crescente di utenti, che vi ravvisano notevoli vantaggi in termini di operatività e convenienza dei costi.

Attenzione alla scelta del broker online

Prima di aprire il proprio account e versarci sopra i soldi da impiegare nelle operazioni, si consiglia di fare molta attenzione in sede di scelta. La presenza di un gran numero di piattaforme truffaldine, infatti, obbliga a individuare gli operatori realmente professionali e in grado di offrire garanzie in termini di sicurezza.
Il modo migliore per riuscire a farlo consiste nel verificare preventivamente l’esistenza di un regolare permesso ad operare sui mercati finanziari concesso dalle autorità di vigilanza. In Italia a rilasciare i permessi è la Commissione Nazionale per le Società e la Borsa. Senza licenze di questo genere è meglio ignorare le condizioni allettanti che sono l’esca lanciata dai broker truffaldini.

Come reperire le azioni migliori?

Una volta aperto il proprio account, il passo successivo è la verifica delle proprie nozioni di economia. Le competenze in questa materia, infatti, costituiscono la base dalla quale dipende sostanzialmente l’esito delle operazioni che andremo a intraprendere.
In particolare, per riuscire a individuare le azioni in grado di assicurare la remunerazione del proprio investimento, occorre analizzare con molta attenzione le aziende cui esse fanno riferimento. Ad esempio, andando a vedere se siano in procinto di lanciare nuovi prodotti o ne abbiano lanciati alcuni riconosciuti alla stregua di un vero e proprio must dai consumatori. Oppure se la loro posizione sul mercato sia talmente salda da garantirne una rendita di fronte alla concorrenza.
Anche il sistema nazionale cui l’azienda fa riferimento dovrebbe essere oggetto di attenta analisi. Ad esempio, le imprese italiane possono da un lato vantare l’appartenenza ad un Made in Italy che continua a tirare, ma devono far fronte allo svantaggio competitivo in termini di tassazione e struttura del mercato del lavoro tricolore. In definitiva i fattori da considerare sono molti e dovrebbero essere confrontati con le notizie e le informazioni disponibili, giorno dopo giorno.