Completamento della Ciclopista dell’Arno, ecco le nuove date

Per rispondere alle domande che tutti i casentinesi si stanno facendo, per fare un po’ di chiarezza, per spiegare a cosa sono dovuti i ritardi accumulati fino ad ora per la realizzazione della Ciclopista dell’Arno e per dare qualche data certa, abbiamo incontrato Lorenzo Remo Ricci, sindaco di Castel Focognano e, soprattutto, Assessore all’Unione dei Comuni con la competenza specifica della realizzazione dell’infrastruttura. A lui abbiamo rivolto tre semplici domande su tempi, modalità e date. Ecco cosa ci ha risposto:

Ricci, tutti i casentinesi si chiedono come mai non sia stato ancora completato il tratto di Ciclopista River Piper – Ponte a Poppi che, invece, doveva essere finito nel 2022. Ci sa dire a cosa sono dovuti questi ulteriori ritardi? Inoltre, sa darci una data abbastanza precisa sul completamento di questo tratto? Considerando anche che devono essere fatti due ponti?

Come è già stato detto in un precedente articolo, le piene dell’Arno dell’autunno 2019 hanno provocato delle grosse erosioni delle sponde che di fatto hanno reso irrealizzabile il progetto esecutivo che era pronto per essere appaltato. Ciò ha comportato, con tutte le difficoltà connesse con l’emergenza sanitaria per il reperimento di nuovi finanziamenti, la realizzazione di una scogliera di ripristino e protezione delle sponde dell’Arno su cui deve essere realizzata la ciclovia. La scogliera è stata realizzata nel mese di settembre 2021 e contestualmente il Comune di Poppi ha avviato la procedura per l’approvazione della variante urbanistica, necessaria per l’acquisizione dei terreni privati, tramite l’apposizione del vincolo di servitù di passaggio e la successiva occupazione d’urgenza. Tale procedura, necessaria per l’affidamento dei lavori, che richiede tempi tecnici piuttosto lunghi, ha avuto la sua conclusione nel mese di agosto dello scorso anno. Contestualmente all’occupazione dei terreni è stata svolta la gara di appalto con aggiudicazione dei lavori nel mese di settembre e stipula del contratto con la Ditta nel mese di dicembre.

Purtroppo, le procedure sopra descritte hanno subito dei rallentamenti anche dovuti alle incertezze derivanti dai rincari dei materiali conseguenti allo scoppio della guerra in Ucraina. Basti pensare che l’acciaio ha subito aumenti fino a quasi l’80% rispetto al costo previsto nel progetto che prevede per l’appunto numerose passerelle, tutte in acciaio, sui torrenti Solano, Roille, Bora, Sova, Archiano e sull’Arno nei pressi di Calbenzano. Ora, sperando che non si verifichino ulteriori imprevisti, i lavori dovrebbero avere inizio nella prossima primavera, con durata contrattuale di un anno, e quindi il collegamento River Piper – Ponte a Poppi dovrebbe essere ultimato per la primavera 2024. C’è da dire però che vanno ancora trovate risorse importanti per far fronte al caro materiali, e ci stiamo attualmente lavorando con la Regione Toscana.

Da completare, per altro, anche il collegamento tra la rotonda dell’Eurospin e la ciclabile alle Macee. Lì come verrà realizzato il collegamento? E anche in questo caso, quando sarà completato?

Attualmente il collegamento tra il tratto di ciclopista che viene da Poppi, nei pressi della rotonda dell’Eurospin, e la ciclabile alle Macee avviene percorrendo un breve tratto della Strada provinciale di Ortignano Raggiolo. E’ prevista nell’ultimo lotto dei lavori la realizzazione di un sottopasso al di sotto del rilevato stradale in prossimità del ponte sull’Arno, il cosiddetto ponte di Toppoli, per poi proseguire rimanendo in riva destra, cioè dal lato di Bibbiena, per poi riattraversare l’Arno utilizzando la passerella nei pressi della località Fontedonica di Bibbiena. Da qui ci si immette nella ciclabile che viene dalla Macee e prosegue verso Rassina. Attualmente abbiamo un progetto definitivo, in fase di revisione, che prevede anche altri interventi di miglioramento del percorso nei Comuni di Castel San Niccolò (collegamento con Strada in Casentino), Chiusi della Verna (passerella sul Torrente Corsalone) Subbiano e Arezzo (collegamento tra zona industriale di Subbiano e Giovi). In questo caso è difficile fare previsioni su quando sarà realizzato questo lotto dei lavori a causa della necessità di trovare le risorse per far fronte, anche in questo caso, al notevole aumento dei prezzi.

Infine, quando pensa sia finita del tutto l’infrastruttura e si potrà arrivare ad Arezzo in bici?

Anche dopo la realizzazione dei progetti che vi ho descritto, la struttura potrà essere oggetto di ulteriori miglioramenti. Penso al tratto di collegamento che percorre la strada provinciale della Zenna dalla località Giglioni fino all’inizio dell’abitato di Capolona. Qui è già in fase di studio un percorso in sede propria. Comunque, una volta ultimati i lavori del tratto tra il River Piper e Ponte a Poppi e quelli tra Rassina e Calbenzano, anche questi già appaltati, e realizzato il ponte sull’Arno di collegamento con la strada provinciale della Zenna in località Giglioni, potremo arrivare a Ponte Buriano, partendo da Stia, percorrendo circa 40 km di pista in sede propria sui 57 km complessivi di distanza e questo si spera di poterlo fare entro il prossimo anno.

Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini è nato a Roma nel 1971, ma scrive a Ponte a Poppi, in Casentino, dove vive. Sposato con Veronica, babbo di Umberto, direttore del periodico Casentinopiù dal 2013, è anche “scrittore”, giornalista, tabaccaio, “ciclista”, "padelista" e “tennista”: quasi tutto rigorosamente tra virgolette.

Ultimi Articoli

Il borgo di Raggiolo ospita la Festa di Transumanza

Domenica 16 giugno è in programma una giornata di festa con tante iniziative per tutta la famiglia La Festa di Transumanza permetterà di tramandare le...

Lavori in corso nel territorio di Bibbiena

Vagnoli: “Il secondo mandato inizia con l’impegno verso il futuro” Il secondo mandato della lista civica Obiettivo Comune e del Sindaco Vagnoli inizia all’insegna di...

Capolona, l’aretino Lorenzo Corsetti è campione intercontinentale di kickboxing

L’atleta del Team Jakini si è imposto sul serbo Sladan Dragisic nella notte de “Le stelle del ring” Corsetti, già campione italiano nel 2024, ha...