Consigli da seguire per vendere un’auto incidentata ad un servizio apposito

Un incidente con la propria vettura è uno spauracchio sempre in agguato per gli automobilisti: quando la vettura stessa esce in condizioni critiche per un sinistro causato dal proprietario del veicolo, il danno è molto maggiore stante la pratica impossibilità di essere risarciti dall’assicurazione.
In questo caso è possibile fronteggiare la situazione optando per la vendita del veicolo. Considerati i danni è da scartare invece l’ipotesi di una vendita a privati. La migliore soluzione possibile diventa perciò il compro auto, reclamizzato da molte missive di posta elettronica, anche in Italia.

Compro auto: di cosa si tratta

I servizi di compro macchine incidentate sono sempre più numerosi sul territorio; si tratta di aziende specializzate nell’acquisto di auto appena uscite da un incidente e che il proprietario non intende riparare, ritenendo troppo costoso farlo.
Se un tempo questo genere di auto andavano a finire allo sfasciacarrozze, senza alcun ritorno economico per il possessore se non l’eliminazione di quello che era vissuto come un impiccio, proprio questo genere di aziende ha aperto nuove prospettive. Non solo è possibile ricavare qualcosa dalla vendita, ma anche dare vita ad una transazione facile e rapida.
In definitiva basta collegarsi al sito di una delle aziende che offrono questa soluzione e riempire un questionario coi dati relativi al veicolo, prospettando le condizioni in cui si trova. A questo punto sarà concordato un sopralluogo da parte di un incaricato, oppure un appuntamento per la verifica delle reali condizioni dell’auto. In tempi molto rapidi l’azienda farà pervenire la sua proposta al venditore e in caso di accettazione verserà quanto concordato.

Consigli per una transazione proficua

Se si è entrati nell’ottica di idee di ricorrere ad un compro auto incidentata, occorre fare in modo che il procedimento non apra il fianco a raggiri, molto frequenti anche in questo campo. Non è raro, ad esempio, il caso che il compratore offra un assegno circolare. Altrettanto spesso, però, si tratta di un assegno contraffatto. Per evitare che ciò possa accadere occorre fare una ricerca online tesa a individuare i migliori operatori del settore e rivolgersi ad essi, tralasciando l’ipotesi di reperire compratori in grado di pagare molto di più. Chi acquista una vettura incidentata lo fa per trarne il massimo profitto, non certo per regalare soldi. Chi offre troppo, lo fa per riuscire a raggirare l’interlocutore.

Ultimi Articoli

Il borgo di Raggiolo ospita la Festa di Transumanza

Domenica 16 giugno è in programma una giornata di festa con tante iniziative per tutta la famiglia La Festa di Transumanza permetterà di tramandare le...

Lavori in corso nel territorio di Bibbiena

Vagnoli: “Il secondo mandato inizia con l’impegno verso il futuro” Il secondo mandato della lista civica Obiettivo Comune e del Sindaco Vagnoli inizia all’insegna di...

Capolona, l’aretino Lorenzo Corsetti è campione intercontinentale di kickboxing

L’atleta del Team Jakini si è imposto sul serbo Sladan Dragisic nella notte de “Le stelle del ring” Corsetti, già campione italiano nel 2024, ha...