Dopo il successo della serie di eventi firmati Conversazioni d’Arte, tornerà l’appuntamento con la cultura e la bellezza.
L’argomento per il quale si sta già lavorando dietro le quinte è ancora strettamente segreto, ma vedrà in gioco un capolavoro assoluto d’arte ritrovato in modo rocambolesco grazie a degli inediti documenti, un restauro di alto livello scientifico che ne permetta il recupero e un’esposizione che permetta una pubblica fruizione.
Dunque una sinergia di risorse economiche e umane porterà un antico capolavoro, finora dimenticato, a essere di nuovo fruibile al pubblico, al suo restauro e al suo studio che possa rivelare nuovi aspetti della storia casentinese e che possa così rivelarsi come catalizzatore per l’economia locale.
«Conversazioni d’Arte è stato uno degli eventi culturali più apprezzati e partecipati nella nostra vallata negli ultimi anni. Abbiamo deciso, anche per quest’anno, di riproporre un argomento inedito e di grande attrazione per il pubblico. Per adesso, visto la portata della “scoperta” che sta dietro la prossima iniziativa, abbiamo deciso di mantenere il riserbo, dedicandoci cosi a ulteriori e necessari approfondimenti. A breve saranno rese note la scoperta, le date, nonché le istituzioni coinvolte (oltre al promotore Comune di Bibbiena, luogo dove il capolavoro vide la luce), anche economicamente, nel progetto». dichiara Michel Scipioni, ideatore di Conversazioni d’Arte.

L’Assessora alla cultura del Comune di Bibbiena, Francesca Nassini, commenta: «Nel mio precedente incarico istituzionale avevo espresso la volontà di creare un evento culturale che potesse coinvolgere tutti indistintamente, che potesse legare insieme cultura, conoscenza del territorio, socialità. L’incontro con Michel Scipioni è stato una specie di magia. Conversazioni d’arte concentra in sé tutto questo e Michel Scipioni è stato capace di bene interpretare le mie volontà: portare l’arte e la cultura ovunque. Il format che abbiamo studiato insieme ha funzionato così bene che anche negli anni precedenti, ad ogni evento abbiamo avuto un numero di persone inaspettato. E questo è stato la riprova di quello che sentivo: le persone vogliono sapere, vogliono capire, vogliono conoscere, mancava solo l’opportunità. Questo nuovo grande progetto ci porterà altro entusiasmo e la voglia di andare ancora oltre».

Comunicato stampa
Comune di Bibbiena
Bibbiena, 22 luglio 2019