Coronavirus, 1.305 nuovi casi e 24.265 persone al momento positive. Diciannove decessi

Coronavirus - foto di repertorio

I numeri son quelli del bollettino quotidiano sull’andamento dell’epidemia in Toscana., accertati a mezzogiorno sulla base delle richieste della Protezione Civile.

Dei 1305 nuovi casi di oggi – 624 riferiti alla Asl Centro, 459 nella Nord Ovest e 222 nella Sud Est – 1290 casi sono stati confermati con tampone molecolare e 15 da test rapido antigenico.  I tamponi complessivamente registrati nelle ultime ventiquattro ore sono stati, rispettivamente, 15.579 e 5,661. Di questi il 6,1 per cento è risultato positivo. Se il calcolo lo facciamo sui soli soggetti testati (10.941, escludendo i tamponi di controllo), la percentuale sale all’11,9 per cento. I nuovi positivi del bollettino di oggi sono lo 0,8 per cento in più rispetto al totale del giorno prima e l’età media è di circa 43 anni:   il 19 per cento ha meno di 20 anni, il 22 per cento tra 20 e 39, il 35 per cento tra 40 e 59, il 18 per cento tra 60 e 79 ed il 6 per cento ottanta anni o più.

Superate le 450 mila vaccinazioni
Ci sono poi i numeri sulla campagna vaccinale anti-Covid, avviata il 27 dicembre. A mezzogiorno di oggi, 14 marzo, e tenendo conto che le sommistrazioni nelle Al proseguiranno per tutta la giornata, risultano 450.629 le vaccinazioni complessivamente effettuate, 10.130 in più rispetto a ieri (+2,3%). La Toscana è in questo momento la quarta regione per percentuale di dosi somministrate rispetto a quelle consegnate (l’89,9 per cento su un lotto di 501.140): un tasso di 12.105 ogni 100 mila abitanti rispetto ad una media italiana di 10.973.

L’andamento del virus per provincia
Con gli ultimi casi registrati salgono a 44.664 i positivi che dall’inizio dell’emergenza hanno  interessato i residenti dei territori della Città metropolitana di Firenze (344 in più rispetto a ieri), 14.802 a Prato (97 in più), 16.361 a Pistoia (126 in più), 10.569 a Massa  Carrara (84 in più), 17.917 a Lucca (167 in più), 21.957 a Pisa (179 in più), 13.026 a Livorno (86 in più), 15.884 ad Arezzo (142 in più), 9.379 a Siena (59 in più) e 5.868 a Grosseto (21 in più). Ci sono poi 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma che si riferiscono a residenti in altre regioni.

La Toscana si trova al tredicesimo posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 4.647 per 100.000 abitanti  rispetto ad una media italiana di 5.315 (dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono ad oggi Prato. con 5.734 casi per 100 mila abitanti, Pistoia con 5.583 e Massa Carrara con 5.450, mentre il tasso più basso rimane quello di Grosseto con 2.658.

E se 22.666 sono le persone in questo momento in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o prive di sintomi, in sorveglianza attiva (e dunque anch’esse isolati, perché hanno avuto contatti con persone contagiate) sono in 37.397: 1.464 comunque in meno rispetto a ieri, meno 3,8 per cento.

I decessi
Dele diciannove morti segnalate nel bollettino di oggi (11 uomini e 8 donne, con un’età media di 77,1 anni), suddivise per provincia di residenza,  una interessa Prato, due Pistoia, due ancora  Massa Carrara, due  di nuovo Lucca, sette Livorno, quattro Arezzo ed una Siena.

Dall’inizio dell’epidemia salgono a  4.941 i deceduti: 1.631 a Firenze, 356 a Prato, 391 a Pistoia, 476 a Massa Carrara, 468 a Lucca, 560 a Pisa, 348 a Livorno, 316 ad Arezzo, 210 a Siena e 116 a Grosseto, a cui si aggiungono 69 persone morte sul suolo toscano ma residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano per Covid-19 (numero di deceduti su popolazione residente) è di 132,7 per 100 mila residenti contro 169,1 per 100 mila della media italiana. La Toscana risulta dodicesima. Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (245,4 per 100 mila), seguita da  Firenze (162,4) e Prato (137,9)  mentre  il più basso a Grosseto (52,5).