Da oggi si può ottenere il marchio del Parco Nazionale Foreste Casentinesi: ecco come fare

Il marchio del parco nazionale delle Foreste casentinesi.
Nel trentennale della sua istituzione, parte il progetto che permetterà all’area protetta di “consigliare” aziende agricole, strutture turistiche e guide.

Trent’anni di vita. E l’Ente, nato nel 1993, invece di attendersi doni, tributerà uno speciale riconoscimento agli imprenditori “sostenibili” del territorio. Il suo consiglio direttivo ha approvato infatti un programma che gli permetterà di consigliare le aziende che stringeranno accordi ed assumeranno impegni di carattere ambientale, educativo, organizzativo e promozionale, secondo la strategia di sistema che già sta operando attraverso la Carta Europea del Turismo Sostenibile (requisito che sarà fondamentale per l’adesione al programma).
Il marchio “Struttura/azienda/guida consigliata dal parco nazionale delle Foreste casentinesi” potrà dunque essere concesso a tre diverse categorie di operatori: imprese agricole ricadenti nei Comuni del Parco, strutture turistiche (alberghi, agriturismi, ristoranti e bar) dislocate entro i suoi confini; guide ambientali ed escursionistiche operanti ordinariamente nel perimetro sottoposto a speciale protezione.

L’obiettivo è la valorizzazione delle attività imprenditoriali dell’area protetta e, per la parte agricola, anche delle aree contigue. La condizione è che queste ultime realtà economiche siano unite nello sforzo di diventare degli strumenti di conservazione, promozione ed educazione, a servizio delle finalità istituzionali della riserva.

Il programma sarà presentato al pubblico, a cura del presidente Luca Santini e degli uffici competenti, anche per raccogliere suggerimenti e proposte, in appositi incontri ai quali si potrà partecipare di persona o telematicamente.

Martedi 21 febbraio ci sarà l’incontro con gli operatori turistici (alberghi, agriturismi, campeggi, ristoranti e bar) con sede dentro i confini del Parco nazionale: alle 16.30 presso le Officine Capodarno in via Vittorio Veneto 12 a Stia (AR), oppure in collegamento al link: https://us06web.zoom.us/meeting/register/tZMucOCuqzoiHtK0DXxqp0lW9_QlEQQO_XM7

Venerdì 24 febbraio sarà il turno delle guide ambientali escursionistiche abitualmente operanti nel territorio del parco. L’appuntamento è alle 16, 30 presso la sala Pertini, in Via Nefetti 3 a Santa Sofia (FC), oppure in remoto al link: https://us06web.zoom.us/meeting/register/tZcod–orDgsHdKLxa_PmMTBSYbtHZfOLGbn
Il ciclo si chiude martedi 28 febbraio con l’incontro con le aziende agricole dei territori dei Comuni del Parco. Alle 16, 30 presso le Officine Capodarno in via Vittorio Veneto, 12 a Stia oppure, a distanza, al link:  https://us06web.zoom.us/meeting/register/tZEvf-6tqDwjG9bECsVp33e7EECADhGOrcKy

Il Parco nazionale ha ottenuto in questi anni una grandissima visibilità, anche a livello internazionale. I riconoscimenti conseguiti – dal Patrimonio dell’umanità UNESCO, alla CETS, alla Green list IUCN – non ci parlano solo di una qualità ambientale attuale molto elevata, ma anche di una consolidata tradizione di tutela della risorsa naturale. E’ nostro preciso dovere lavorare insieme alle imprese che si schierano a fianco del Parco per garantire sviluppo ai territori e conservazione di questo patrimonio di ambiente, cultura e bellezza, anche per tenerli a disposizione delle generazioni future“. Luca Santini, presidente del Parco.

Le informazioni su come partecipare agli incontri saranno comunque disponibili sul sito www.parcoforestecasentinesi.it e sull’account Facebook dell’Ente.

Ultimi Articoli

Il settore propaganda della Bibbiena Nuoto si distingue ai Campionati regionali

Pioggia di medaglie per i "delfini bianchi" della Bibbiena Nuoto Quando si parla di “propaganda”, è naturale e quasi inevitabile associare il termine alla politica,...

Lorenzoni: “Disagi insostenibili con il doppio cantiere nella Sr71”

Appello del presidente Lorenzoni a tutela dei pendolari e della stagione turistica casentinese: “Disagi insostenibili con il doppio cantiere nella Sr71, la Regione deve...

Statale 71: lavori, semafori e disagi per i pendolari

Lavori alla Gravenna: “La Regione a inizio anno aveva assicurato che non ci sarebbe stato nessun altro semaforo prima della conclusione dei lavori sul...