Dal Guatemala a Chiusi della Verna: spettacoli d’oltreoceano, domenica 8, al Teatro del Fiume

Il Teatro del Fiume continua il suo viaggio nella valle casentinese, arrivando in luoghi nuovi e mai esplorati in 15 edizioni del festival.
Domenica 8 luglio dalle ore 17:00, NATA e l’associazione guatemalteca Chùmbala Cachùmbala si uniscono per un pomeriggio all’insegna del teatro di figura presso il Parco della Forestale di Chiusi della Verna (AR): i Teatrini Lambe Lambe e a seguire lo spettacolo Acqua Matta di e con Cinzia Corazzesi pronti per far divertire grandi e piccini!
L’associazione di burattini Chùmbala Cachùmbala, formata da Paolo Iorio e Carolina Cifuentes Dominguez, nasce nel 2006 in Guatemala con l’obiettivo di diffondere l’arte dei burattini e del teatro di figura; in occasione della loro tournée italiana, porteranno per la prima volta all’interno del festival, insieme agli attori e allievi della compagnia NATA, i teatri Lambe Lambe, ovvero dei teatri in miniatura con dentro una breve storia per spettatore singolo.
Nati nei primi anni del ‘900, i Teatrini Lambe Lambe sono delle micro – opere molto diffuse in tutto il Centro e Sud America: si tratta di piccolissimi teatrini, decorati e colorati, che contengono al loro interno un piccolo spettacolo animato per un solo spettatore alla volta.
A seguire invece avremo in scena “Acqua Matta”, spettacolo di burattini che tratta della tematica dell’acqua: dell’uso, dell’abuso, dell’inquinamento e del valore infinito che questo bene può avere, soprattutto quando non c’è. I burattini, naturalmente, lo fanno a loro modo, con la comicità e la satira che li contraddistinguono, senza dimenticare le immancabili gag e bastonate.
Tribolino ha combinato un guaio: ha consumato tutta l’acqua del paese di AcquaMatta per lavare il suo amico Tirapuzze; sua moglie, Ira Sonante, diventa furiosa a tal punto che lo obbliga ad andare in cerca dell’acqua per riparare al danno imminente. Tribolino, ero e antieroe, parte così all’avventura, combinandone di tutti i colori. È un viaggio dentro le fiabe e leggende del Mediterraneo come le storie di Giufà, i racconti della tradizione siciliana di Giuseppe Pitrè e le fiabe italiane di Calvino; inoltre Pulcinella, le Guarattelle Napoletane e la cruda e grottesca comicità di Gargantua e Pantagruel, personaggi inventati da Rabelais nel 1500, sono di ispirazione per lo sviluppo della linea comica di questa avventura.

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI: 335 1980510 – nata@nata.it
INIZIO SPETTACOLI: ore 17:00
INGRESSO GRATUITO

Ultimi Articoli

Statale 71: lavori, semafori e disagi per i pendolari

Lavori alla Gravenna: “La Regione a inizio anno aveva assicurato che non ci sarebbe stato nessun altro semaforo prima della conclusione dei lavori sul...

Al teatro Dovizi va in scena “STAGIONI”, saggio della Scuola di Teatro NATA

Sul palco del Teatro Dovizi di Bibbiena va in scena il saggio/spettacolo del gruppo della Scuola di Teatro Nata diretto da Alessandra Aricò, regista...

Una mobilitazione solidale per donare un nuovo mezzo alla Misericordia di Bibbiena

Il progetto, dal titolo “Muoversi & Non Solo”, è promosso dalla Eventi Sociali per sviluppare servizi sociosanitari. Il coinvolgimento delle aziende e degli imprenditori...