Don Luca Vannini e la sua messa a porte chiuse

Don Luca è arrivato da circa un anno a Badia Prataglia. Ha sostituito un sacerdote amatissimo quale era Don Francesco, recentemente scomparso. E l’ha fatto benissimo, tanto che i badiani l’hanno subito adottato e gli hanno subito voluto bene. In questo periodo così difficile per tutti noi, chiamati ad una sfida epocale, anche lui ha voluto dare il suo contributo e come faranno sicuramente altri preti, continua a pregare e a dire messa a porte chiuse per i suoi fedeli. Nel portone della chiesa di Badia Prataglia ha affisso un cartello che, dice lui stesso, “mai avrebbe pensato di attaccare”: Avviso di Don Luca per i fedeli. Ogni giorno verrà comunque celebrata la messa agli orari consueti, compresa la S. messa domenicale. A seguito delle disposizioni governative, la celebrazione avverrà a porte chiuse, senza la presenza dei fedeli che potranno pregare a casa nello stesso momento. 

Nella speranza che le preghiere di tutti ci aiutino a superare questo brutto momento.