Donatella, da Poppi al “Corriere della Sera” con i suoi tortelli!

I tortelli alla lastra sono una specialità tipica della fascia appenninica tra la Toscana e la Romagna. Tutti i casentinesi li conoscono alla perfezione, ma per chi ancora non li avesse mai assaggiati ricordiamo che si tratta di grossi ravioli (o tortelli appunto) il cui impasto è composto da acqua, farina e sale (niente uova). Il ripieno, invece, anche se ci sono molte varianti, è composto essenzialmente da patate e odori. Ma la vera particolarità del tortello alla lastra è la sua cottura che viene effettuata sopra una pietra scaldata sul fuoco. Questa specialità tipica casentinese e della Vallesanta è molto apprezzata sia dagli abitanti del luogo che dai turisti e la sua fama sta varcando i confini locali. Prova ne è che proprio qualche giorno fa se ne è occupato addirittura il Corriere della Sera con un accurato reportage nella sua rubrica “Le vie del gusto”. Nell’articolo del Corriere, oltre a raccontare ricetta e origini del celebre tortello, si parla anche dei luoghi dove i tortelli si possono acquistare e mangiare. Uno dei luoghi in cui si può degustare questa specialità è proprio Il Mattarello di Ponte a Poppi. Lì la regina del tortello è Donatella Corazzesi, proprietaria e tuttofare di questo micropastificio e microristorante della piazza principale del paese. Un piccolo locale, aperto da poco, che propone pasta fatta in casa, ma anche pranzi e cene veloci a base di ottimi prodotti locali (provare per credere). Sempre nell’articolo del Corriere vengono citati anche l’Atlantic Oil (birreria artigianale di Porrena che propone i tortelli alla lastra nel suo menù) e i suoi proprietari (Simone, Francesco e Andrea) che hanno fatto del loro locale un punto di ritrovo per tutto il Casentino. Ma si parla anche del Ristorante il Sassone di Giampereta a Chiusi della Verna che li propone nel proprio menù e li distribuisce per la vendita al dettaglio in varie attività casentinesi e, ovviamente, vengono citati i tortelli alla lastra di Corezzo. Nel piccolo paese del comune di Chiusi della Verna, infatti, ogni anno ad agosto si tiene la celebre sagra del tortello con oltre 4.000 tortelli preparati ad ogni edizione. Ed è proprio grazie alla Proloco di Corezzo che il tortello alla lastra, oggi, è un marchio registrato e può essere tutelato da eventuali imitazioni. Dispiace che nell’articolo in questione non siano citati i tortelli alla lastra di Badia Prataglia, uno dei paesi casentinesi dove è più radicata la tradizione della sua preparazione e dove ogni massaia che si rispetti li sa preparare in maniera eccelsa. Provvediamo noi, nel nostro piccolo, a colmare questa lacuna…

1. 6

L’articolo sul Corriere della Sera

2. 6

Il ristorante Birreria Atlantic Oil di Porrena

3. 6

Francesco, Simone e Andrea di Atlantic Oil

4. 6

Donatella Corazzesi de “Il Mattarello”

5. 6

Una veduta di Badia Prataglia

6. 6

La Sagra del Tortello di Corezzo