Ecco perché si chiama “Poppi” la compagnia aerea del futuro

Qualche giorno fa ci aveva molto incuriosito un articolo apparso su Repubblica in cui si parlava di una nuova compagnia aerea dal nome a noi casentinesi molto caro: “Poppi”. Approfondendo la questione abbiamo poi capito che non si trattava di una vera e propria compagnia aerea, ma neanche di uno scherzo. Si trattava di uno studio (provocatorio) fatto da una nota società  di design statunitense allo scopo di innovare il trasporto aereo. Una sorta di vademecum di idee per le “vere” compagnie aeree che volessero metterle in atto (es: niente bagagli, o minimi e ritirati a casa, fidelizzazione del cliente con bonus e abbonamenti, biglietti cedibili e molto altro). Ma perché a questa compagnia avessero dato il nome “Poppi”, nell’articolo di Repubblica, non era spiegato. Ebbene, grazie ad un nostro solerte lettore (Andrea Bruschi), l’abbiamo scoperto. Andrea, infatti, ha esposto la nostra curiosità a Devin Liddell (Principal Brand Strategist di Teague, la società di design titolare del progetto) il quale, molto gentilmente, ci ha spiegato che la sua società  cercava un nome corto che fosse  possibile scrivere con un codice formato solo da 1 e 0. La scritta “Poppi”, infatti, non è altro che una serie di 1 e 0 se si considera la P come un 1 con uno  0 a destra in alto (I°○I°I° I). In sostanza, non si è trattato di un manager del design rimasto affascinato dal bellissimo borgo casentinese, ma di un mero stratagemma matematico/grafico. Nella risposta che però ci ha dato Devin Liddell, e che alleghiamo di seguito, il manager si dice molto eccitato dall’aver scoperto che Poppi esiste davvero…

Il messaggio di Devin Liddell:

“Hi Andrea – Great question! The origin of the name is that we wanted a short name that we could construct using the digits “1” and “0”—which is a nod to Poppi being very code-driven. So the name is a string of code—all the letters can be made by a 1 or 0 or the two together (e.g., the “P” is 1 below and a zero to the right). But I’m excited to hear Poppi is also a very real place! Cheers! Devin”