Ecomuseo, indagine sulla stregoneria in Casentino in un libro di Francesco Sinatti

Presentazione mercoledì 20 luglio a Casa Rossi (Soci)

L’Unione dei Comuni Montani del Casentino attraverso l’EcoMuseo e la Mediateteca del Casentino, prosegue nel percorso di ricerca e raccolta di testimonianze audiovisive effettuate nell’ambito del progetto “La Banca della Memoria” nel territorio della prima valle dell’Arno in collaborazione con gli abitanti e le associazioni. Con il 2016 vengono promossi, come già effettuato nel passato, momenti di “restituzione” dei montaggi realizzati attraverso una serie di proiezioni pubbliche in corrispondenza di alcuni paesi della Valle. Sono stati quindi programmati alcuni incontri tematici in cui ai video si abbinano anche le voci di esperti, visite guidate e momenti di dimostrazione. Primo appuntamento mercoledì 20 Luglio, ore 21:15 presso raccolta rurale “Casa Rossi” di Soci: “La stregoneria in Casentino ai tempi dell’inquisizione”, con Francesco Sinatti. Video introduttivo “La Cura dello Sforzo” di M. Marengo tratto dalla Banca della Memoria del Casentino. Coordina Pier Angelo Bonazzoli, del CRED Unione dei Comuni del Casentino. Presentazione del libro “Il vertice della stregoneria toscana: il mago Nepo e gli stregoni di Galatrona (secoli XV – XVII)” di Francesco Sinatti. La pubblicazione si basa sulla documentazione prodotta dall’Inquisitore toscano, oggi conservata nell’Archivio della Curia di Firenze. Il libro di Sinatti ci offre l’occasione per avviare nuovi percorsi di ricerca sui temi della magia, della stregoneria, del dissenso religioso, ma anche della mentalità e della cultura popolare. A seguire: Giovanna Daneusig, “Guaritori e riti popolari nella cultura casentinese”; Matteo Sinatti, “La relazione medico – paziente ieri e oggi”. L’ingresso è libero.