“Educare insieme”, il progetto che sarà presentato giovedì a Pratovecchio Stia.

L'Assessora Sonia Amadori

Coinvolgere l’intera comunità nella crescita dei più piccoli: è questo l’obiettivo di “Educare insieme”, il progetto che sarà presentato giovedì a Pratovecchio Stia.
Al via un altro tassello del progetto “Educare insieme”, il percorso educativo promosso da anni dal comune di Pratovecchio Stia e dall’Istituto Comprensivo “Alto Casentino“ che punta a coinvolgere nella responsabilità educativa dei più piccoli tutti i soggetti della comunità, perché “Per crescere un bambino ci vuole un intero villaggio”. Dal confronto scuola/famiglia è nata l’esigenza di affrontare i temi poi diventati oggetto delle nuove proposte: “Inside out” e “Creatività sociale per genitori”. Giovedì alle 18,30 nell’Auditorium dell’Istituto Comprensivo sarà presentato nel dettaglio tutto il programma e le finalità di “Educare insieme”. “L’obiettivo è quello di creare una comunità educante nel suo complesso – ha spiegato l’assessore alle politiche sociali Sonia Amadori – il comune continua a crederci e ad investirci, vuole man mano includere in questo percorso tutte le forze educative, vuole diffondere una cultura di cooperazione nel sostegno alle fasce più giovani della popolazione. Con questa iniziativa vogliamo promuovere quel patto educativo che rende tutta la comunità responsabile della crescita di ogni bambino, consapevoli che ancora oggi vivere in un piccolo paese ci offre una posizione di privilegio rispetto, per esempio, a grandi centri urbani”. Attraverso il percorso “Inside Out” articolato in 10 incontri dal 28 gennaio al 10 aprile ogni lunedì dalle 16,30 alle 18,30 nella Sala del Podestà di Pratovecchio, la psicologa e psicoterapeuta Elisa Moscino cercherà di aiutare i ragazzi di età compresa tra gli 11 e i 14 anni a riconoscere le proprie emozioni e i propri sentimenti, confrontandoli con le reazioni degli altri e sviluppando accettazione e rispetto anche di atteggiamenti diversi dai propri. Contemporaneamente prenderà il via anche l’altro percorso del progetto, questa volta indirizzato ai genitori, ovvero“Creatività sociale per genitori”. Si tratta di un vero e proprio laboratorio a cura dello psicologo e psicoterapeuta Francesco Ridolfi, suddiviso anche questo in 10 appuntamenti in programma ogni giovedì dal 24 gennaio al 28 marzo dalle 20,30 alle 22,30 nella Sala del Podestà di Pratovecchio. Le attività svolte si fonderanno sulla sperimentazione e sull’esperienza come motore di cambiamento, con l’obiettivo di avviare un percorso di riscoperta della persona per affrontare insieme le difficoltà dell’educazione dei figli, prendendo consapevolezza dei comportamenti che possono portare a sofferenza e disagi.

Poppi, 15 gennaio 2019.
Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa