Fabbri… cato per vincere! A Poppi il trionfo di Gabriele Fabbri

Un titolo “alla Gazzetta dello Sport” per celebrare il trionfo di Gabriele Fabbri al prestigioso Torneo di Ferragosto di Poppi. Il giovane tennista poppese, infatti, nei campi casalinghi dell’U.P. Campaldino ha sbaragliato l’agguerrita concorrenza giunta da tutta la provincia (e oltre) e si è imposto, per la prima volta!, in un torneo di tennis di quarta categoria. Gabriele, dopo molti piazzamenti in semifinale ottenuti nei vari tornei del Circuito delle Vallate Aretine, ha finalmente portato a casa la palma del vincitore. E lo ha fatto proprio nel circolo dove è nato tennisticamente e dove è cresciuto. Il cammino per giungere in finale, comunque, non è stato facile. Accreditato della testa di serie numero 3, Fabbri ha eliminato prima il suo compagno di squadra Bigiarini, al termine di una maratona di 3 ore e conclusasi solo all’una di notte con il punteggio di 7-5, 6-7, 6-3. Poi, più facilmente, si è imposto su Cirelli (7-5, 6-2). In semifinale, invece, ha incontrato un altro giovane tennista in ascesa dal quale aveva già perso qualche mese fa: Giacomo Giovagnini, ma anche in questo caso, supportato dal calore del pubblico casalingo, Gabriele, lottando, si è imposto in 3 set (4-6, 6-3, 6-3 il punteggio finale). L’epilogo finale, contro Antonio Giuntini (giocatore solido e in forma smagliante) è stato al cardiopalma. Fabbri, visibilmente emozionato, è sceso in campo contratto e nei primi games ha faticato a trovare il suo gioco. Sotto 5 a 1 e supportato dal numeroso pubblico accorso per l’occasione, ha rimontato ma ha poi ceduto il set al tie break. Altre emozioni anche nel secondo set, dove Gabriele ha dovuto ricorrere a tutte le sue doti tecniche e di concentrazione per non mollare e avere ragione di un avversario, più vecchio, che aveva l’esigenza di chiudere il match in due set. Giuntini, infatti, visibilmente provato dallo sforzo della finale e di una settimana per lui molto intensa, cede di schianto al terzo set e Gabriele trionfa negli amati campi all’ombra del Castello dei Conti Guidi (6-7, 6-4, 6-0 il punteggio finale). Una prestazione, quella di Fabbri, che ha evidenziato le doti tecniche del giovane tennista poppese, la capacità di lottare e di non mollare mai e i progressi (notevoli) fatti da un anno a questa parte. Una vittoria che, siamo sicuri, spianerà la strada a Fabbri per un radioso futuro da terza categoria. Infine, un grosso plauso a tutti gli organizzatori del torneo, ai consiglieri dell’U.P. Campaldino, al suo presidente (Lucio Valeri) e al Giudice arbitro (Fabrizio Gargiani) che si sono profusi non poco per rendere tutto impeccabile e professionale. Una location e un’organizzazione (grazie anche ai bellissimi premi messi in palio dai numerosi sponsor) che, in quarta categoria, non ha eguali in tutta la provincia di Arezzo.

Ultimi Articoli

Ceccarelli, “Bibbiena città della fotografia” riconoscimento con legge.

“Bibbiena è da anni considerata in Italia come una delle città della fotografia e nei prossimi giorni il Consiglio Regionale attribuirà con legge un...

Al prosciutto del Casentino delle Selve di Vallolmo le “Tre Fette” del Gambero Rosso

POPPI - Non solo la macelleria Fracassi di Rassina, ma anche l’azienda agricola Selve di Vallolmo si aggiudica il riconoscimento “Tre fette” nell’edizione 2023...

Rassina: domenica 18 dicembre “Un pomeriggio con Babbo Natale”

Torna il tradizionale appuntamento per bambini e famiglie, promosso dal “Comitato Amici di Babbo Natale”, con il patrocinio del comune di Castel Focognano in...