Famiglie: un corso di formazione per l’assistenza educativa e per gli incontri protetti

“Benessere e vulnerabilità: promuovere percorsi di genitorialità sociale” è un progetto promosso dall’Associazione IRIDE in collaborazione con l’Unione dei Comuni Montani del Casentino e con il Consorzio Casentino Sociale. Nell’ambito dello stesso è stato organizzato, in collaborazione con Oxfam, il Corso di Formazione “Strumenti e principi per educatori dell’assistenza domiciliare e protetta” rivolto agli educatori professionali, per facilitare il lavoro degli operatori stessi nella gestione delle situazioni di forte conflittualità all’interno dei nuclei familiari.
Le tematiche affrontate variano dai principi di base dell’etica dell’educatore, alla relazione tra genitori e figli durante gli incontri protetti, agli incontri osservati e durante l’assistenza educativa domiciliare, al comportamento da mantenere in queste delicate situazioni affrontando il tema dell’agire professionale dell’educatore, nonché alla redazione di un diario degli incontri protetti e osservati per condividere una serie di strumenti utili per queste tipologie di intervento;
Ecco le date degli incontri che si svolgeranno presso la nuova sede della Coop. L’Albero e La Rua, Via Turati, n.38 Rassina:
– Sabato 6 maggio ore 9 – 12 relatore Donella Maggini
– Venerdì 12 maggio ore 11 – 13 relatore Elisabetta Pesci
– Sabato 20 maggio ore 9 -12 relatore Donella Maggini
– Venerdì 26 maggio ore 11 -13 relatore Elisabetta Pesci
Il corso è gratuito e al termine sarà rilasciato un attestato di partecipazione. E’ rivolto ad un massimo di n.25 educatori professionali. Per partecipare inviare e-mail all’indirizzo ilenia.rubrigi@oxfam.it. Per maggiori informazioni contattare Oxfam al n.0575 1824535.
Vari sono gli ambiti di attività del progetto “Benessere e vulnerabilità” in generale. Sono previste iniziative che coinvolgono le istituzioni locali, Comuni o loro forme associative, ed interventi per sostenere le famiglie nel ruolo genitoriale naturale o adottivo. In tale senso il progetto affronta tematiche quali affidamento e solidarietà familiare, educativa domiciliare per famiglie multiproblematiche, responsabilità e competenze genitoriali, sostegno alle famiglie adottive nelle fasi dell’attesa e del post-adozione, servizi ed interventi di mediazione a nuclei in fase di separazione o già separati con presenza di figli.
Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa