Festa di Castagnatura, a Raggiolo rivivono le tradizioni dell’autunno

L’evento dedicato alla castagna sarà sabato 2 e domenica 3 novembre in uno dei borghi più belli d’Italia. I due giorni proporranno rievocazioni, enogastronomia, passeggiate, spettacoli e musica per tutte le età

 RAGGIOLO (AR) – Due giorni dedicati alle castagne tra rievocazioni, enogastronomia, passeggiate, spettacoli e musica intorno al ceppo acceso. Raggiolo si prepara ad ospitare la Festa di Castagnatura che, di anno in anno, rappresenta l’occasione per rivivere le tradizioni locali immersi nei colori dell’autunno tra i suggestivi vicoli di uno dei borghi più belli d’Italia. L’appuntamento è fissato per sabato 2 e domenica 3 novembre e, organizzato dalla Brigata di Raggiolo, proporrà un ricco calendario di iniziative pomeridiane per adulti e per bambini che, a partecipazione gratuita, faranno riscoprire gli antichi processi di raccolta e di lavorazione di un frutto che per secoli è stato alla base dell’economia e dell’alimentazione del paese casentinese.

Il programma del fine settimana si aprirà sabato alle 16.00 con la passeggiata teatrale “In viaggio con la castagna” che, tenuta dall’attore Samuele Boncompagni dell’associazione Noidellescarpediverse, racconterà storie e leggende tra le strade selciate di Raggiolo, i castagni alle pendici del Pratomagno, l’antico seccatoio e il mulino di Morino. I presenti potranno poi mettersi alla prova alle 18.00 nella castratura delle castagne in piazza San Michele e poi, dalle 19.30, partirà la cena intorno al ceppo acceso tra crostini, baldino, brice e vin brulè, con la musica del gruppo folcloristico casentinese de I Badalischi. La giornata si chiuderà alle 21.00 con il concerto del quartetto Vallesanta Corde nell’antica cappella del sepolcreto.

La domenica sarà ancor più ricca, con un programma che si aprirà già dalle 10.00 con il mercato di prodotti artistici e artigianali seguito dall’accensione del ceppo e dal pranzo con piatti della tradizione e prodotti di stagione. Le attività per bambini inizieranno alle 15.00 con le passeggiate sugli asini e con lo spettacolo di giochi e follie di strada di Gunter Rieber, mentre gli adulti potranno vivere una camminata storico-paesaggistica nel borgo di Raggiolo e visitare l’Ecomuseo della Castagna. Alle 15.30 e alle 16.30 si terrà la dimostrazione e la prova dell’antica pestatura delle castagne con zoccoli e cestoni, prima della conclusione delle 17.30 con i racconti di “Storie dal paese dei Còrsi” a cura di Andrea Schiatti nel seccatoio del Cavallari.

La Festa di Castagnatura sarà anticipata giovedì 31 ottobre dal convegno “Il paesaggio del Castagno” che, alle 9.00 nei locali dell’Unione dei Comuni di Ponte a Poppi e alle 14.00 all’Ecomuseo della Castagna di Raggiolo, proporrà un approfondimento su questo frutto facendo affidamento sul contributo di dipartimenti universitari e di esperti del settore, con un approccio interdisciplinare che unirà aspetti storico-antropologici, economico-produttivi e forestali per un rilancio della castanicoltura in Casentino. «La Festa di Castagnatura – commenta Lucia Brocchi, vicepresidente della Brigata di Raggiolo, – rappresenta uno degli appuntamenti più attesi dell’anno per vivere il borgo incantato di Raggiolo, godendo del fascino, dei colori, delle tradizioni e delle atmosfere tipiche dell’autunno».

Raggiolo (Ar), martedì 22 ottobre 2019 comunicato stampa