Prosegue il ricco calendario di appuntamenti del Teatro del Fiume 2019, che propone un fine settimana pieno di eventi.
Venerdì 26 luglio alle ore 21:30 a Bibbiena Stazione in Via Timossi va in scena EMANUELA E IL LUPO, spettacolo di NATA Teatro con Livio Valenti ed Eleonora Angioletti.
La giovane Emanuela, lasciata la casa dei suoi genitori, si mette in viaggio finché arriva in un bosco, dove decide di fermarsi; comincia a costruire la sua casa in una luminosa radura, ma non sa che un lupo, nascosto tra i cespugli, lo sta spiando. La bestia feroce vorrebbe mangiarsi Emanuela, ma ha paura del suo bastone e del suo coltello, mentre trova curioso il suo libro e la sua pentola. I due sconosciuti cominciano a osservarsi: si avvicinano, si annusano e si raccontano; però un giorno, il Lupo tenta di papparsi la ragazza, ma ahimè o per fortuna, succede un imprevisto che li farà diventare amici…perché, come il detto dice, la solitudine è una brutta bestia. Lo spettacolo contrappone, come nelle fiabe classiche, il buono e il cattivo, ma essendo una fiaba moderna, procede con tecniche narrative originali: Emanuela, che rappresenta la giovane eroina che sta compiendo il suo viaggio di crescita, ha delle armi in mano (il coltello e il bastone) che però, utilizza non per combattere, ma per costruire. Il Lupo invece, pur essendo il malvagio, si preoccupa perché vede il suo bosco invaso dall’umano; quindi è la belva, in questa storia, ad aver paura dell’intruso che gli può portare via ciò che possiede. Ambedue i personaggi, pur nella leggerezza del racconto, hanno le loro ragioni profonde e sono psicologicamente complessi.
Sabato 27 luglio alle ore 21:30 a Pieve a Socana sarà la volta della Compagnia Dottor Bostik con lo spettacolo ACQUA, di e con Dino Arru. Una barchetta sospinta dal fiato dell’animatore, un rubinetto d’ottone sospeso nel vuoto, un catino pieno: inizia così lo spettacolo Acqua, viaggio fantastico sui sentieri della memoria per visualizzare le sensazioni evocate dalla quotidiana esperienza di questo elemento; acqua è odore, sapore, colore, forza, ma è anche paura dell’abisso, terrore del temporale, estasi dell’abbraccio con l’onda. Nell’arco dell’intero spettacolo scorrono invenzioni continue, magie visive e fantastiche, immagini tenere, surreali, ironiche, divertenti giocate tra umorismo e malinconia dell’esistere. Le sue trasparenze e le sue innumerevoli possibilità vengono infatti esplorate da tutti i versanti: bastano un po’ d’ironia e un soffio d’alito per far navigare una barchetta di carta, simbolo di quell’immaginazione infantile che vive in ognuno di noi. Seguendola si incontrano piovre e grondaie, pesci sega e bacinelle, acqua vera e oceani fantastici Il particolare rapporto instaurato tra animatore e pupazzo, l’idea di fondo mista al gusto per l’assurdo e il surreale, concorrono inoltre a delineare uno stile netto che si articola lungo l’arco dell’intero spettacolo, facendoci salpare verso mari da salvare.
Doppio appuntamento domenica 28 luglio, con due spettacoli da non perdere!
Alle ore 17:00 a Cetica, all’Ecomuseo del Carbonaio va in scena LA CIAMBELLA ADDORMENTATA NEL FORNO di NATA Teatro, ad ingresso gratuito. Testo e regia di Lorenzo Bachini, in scena Eleonora Angioletti e Cinzia Corazzesi.
Raccontare una storia è un po’ come cucinare: ci vogliono fantasia e passione, esperienza e creatività; ma soprattutto, ci vogliono gli “ingredienti” giusti: cose sane e genuine, perché le storie, come il cibo, sono un alimento essenziale della nostra vita.“La Ciambella Addormentata…nel forno” narra l’avventura di due “pâtissiers” alle prese con una ricetta molto speciale.Un giorno i due pasticceri, mentre sono al lavoro nel proprio laboratorio, ricevono un ordine molto parti-colare: il Conte De Abat Jour festeggia il suo compleanno e i due cuochi dovranno creare una torta unica, qualcosa che possa accontentare i difficili gusti del Conte e dei suoi invitati.Per preparare un dolce “da favola”, il duo dovrà utilizzare tutta la sua fantasia e metterci dentro qualcosa che lo renda veramente originale! È così che i due personaggi, con l’ausilio di ingredienti e utensili da cucina, prepareranno il proprio dolce, immaginandone e raccontandone la storia ispirata alla fiaba classica de “La Bella Addormentata”, parte di quei racconti che le nonne ci leggevano da bambini, quando preparavano per noi dolci e biscotti fatti con amore, per nutrirci e accompagnarci nella nostra crescita.

Sempre domenica 28 luglio alle ore 21:30 a Bibbiena, presso il Centro Italiano della Fotografia d’Autore va in scena lo spettacolo “I PROMESSI SPOSI” della compagnia KanterStrasse, tratto da I Promessi Sposi di Alessandro Manzoni; regia e drammaturgia Simone Martini, con Luca Avagliano, Lorenza Guerrini, Simone Martini e Alessio Martinoli.
I Promessi Sposi chiudono il trittico dedicato al potere che KanterStrasse porta avanti dal 2017, dopo Amletino e Ubu Re. Il potere non è sempre qualcosa di tangibile, anzi a volte ne sentiamo solo l’odore, il suono, le conseguenze. Quante volte, noi tutti, ci troviamo di fronte a cambiamenti, situazioni e decisioni che sono state preparate e costruite altrove, in un altrove indefinibile e non individuabile. I nostri protagonisti, due giovani, comuni cittadini di una Lombardia spagnoleggiante si trovano a rincorrere e rincorrersi, aiutati e ostacolati da forze invisibili, i cui proponimenti non sono mai chiari nel tempo presente ma solo a posteriori, in quella che possiamo chiamare prospettiva storica. KanterStrasse riscrive i Promessi Sposi di Alessandro Manzoni come una graphic novel in bianco e nero, dove la storia principale marcia inesorabile verso un lieto fine da fiaba, ma che forse non è tale.

Info e prenotazioni 3351980510

TEATRO DEL FIUME a cura di Nata Teatro

Con il sostegno di Mibac, Regione Toscana, Rete Teatrale Aretina, Residenze Artistiche Toscane – RAT -, Parco Nazionale Foreste Casentinesi, Comune Di Bibbiena, Comune di Pratovecchio Stia, Comune di Poppi, Comune di Castel Focognano, Comune di Chiusi della Verna.

In collaborazione con CIFA Centro Italiano della Fotografia d’Autore, Centro di aggregazione sociale Giovi Binario 0, Biblioteca Comunale Bibbiena “G. Giovannini”, Centro Creativo Casentino Onlus, Pro Loco – Cetica, PRO LOCO Bibbiena Stazione, Pro Loco Moggiona, Pro loco MEMMENANO.

Sponsor Ufficiali Panificio Rimbocchi, PuntoSicurezzA, Elettrocalor di Falsetti Simone, Chalet Il Valico, Uovo del Casentino – Az. Agr. Le Pescine, Macelleria Fracassi, Il Podestà, Betadue Cooperativa Sociale, Bar Gelateria Edi, apicoltura casentinese, Coingas, Roberto Mariottini Architetto, Tacs – Artigiani del Panno Casentino, Berneschi Porte, Infissi e Serramenti, ATLANTIC OIL, Daniele L’Ottico, Ricci Franco Frutta, Onoranze Funebri Canaccini e Vannucci.

Comunicato stampa
Nata teatro
Bibbiena, 24 luglio 2019