FOOD ECONOMY: IL CIBO DALLA TRADIZIONE AL WEB 2.0

 
 
COMUNICATO STAMPA
Venerdì 8 Aprile al Museo dell’Arte della Lana di Stia dalle ore 20,30, Prospettiva Casentino e Centro Creativo Casentino presentano “Food Economy : il cibo dalla tradizione al web 2.0” da un progetto del Giornalista Gianluca Baccani.
Ospiti Antonio Belloni autore del libro “”Food economy. L’Italia e le strade infinite del cibo tra società e consumi”, Francesca Rocchi Vice Presidente Slow Food Italia e per il nostro territorio Simone Fracassi titolare della Macelleria Francassi ed esperto di cibo e Alberto Ricci titolare di Collina Toscana e Apicoltura casentinese. 
Nell’Italia della crisi crescono le vendite dei prodotti tipici e di qualità: dai mercatini a chilometro zero al boom di eataly, dai gruppi di acquisto solidali alle straordinarie opportunità che offre la rete per rendere globale ciò che nasce locale. Di fronte ad un calo complessivo dei consumi, in Italia si registra una crescita costante della domanda di prodotti territoriali e di qualità. Negli ultimi abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione del cibo nei media dominante, che ancora oggi è la tv, ma anche sui giornali, e soprattutto sul web dove lo troviamo declinato in ogni possibile forma e osservato da ogni possibile punto di osservazione. “In  questo momento – spiega Antonio Belloni, autore del libro “Food economy. L’Italia e le strade infinite del cibo tra società e consumi” (Marsilio, 144 p., € 13,00) –  ci troviamo in una congiunzione astrale molto particolare per quanto riguarda l’economia del cibo: da una parte ci sono classi medie che consumano grandi quantità di cibo, soprattutto nei paesi emergenti; dall’altra ci sono i paesi occidentali che spingono sempre di più sulla qualità. Questi due fattori possono offrire grandi possibilità al nostro paese, a patto però che si sappiano sfruttare le opportunità offerte dalle nuove tecnologie. Oggi la comunicazione ha un’importanza fondamentale nella food economy  e saper calibrare produzione e informazione serve anche per capire l’importanza della registrazione e tutela del marchio, per evitare i danni, sia di fatturato sia di reputazione, provocati dalla diffusione del finto made in Italy”.
L’iniziativa  di Venerdì 8 Aprile è del Centro Creativo Casentino e dell’associazione Prospettiva Casentino e prosegue il percorso avviato con l’evento dedicato al Turismo 2.0, nello scorso novembre.
Accanto a questa evoluzione recente, si rafforzano successi economici e contaminazioni del cibo con altri settori, come la moda e il turismo. Un mix di elementi che alimenta la Food Society, dove il cibo è tendenza e linguaggio, facendo degli chef i nuovi guru di una religione alimentare; ma soprattutto, tale da muovere un flusso globale di scambi che genera crescente ricchezza. E’ la Food Economy, una grande opportunità per il futuro da analizzare dal locale al globale, dalla ricerca delle radici dei prodotti più sconosciuti e periferici, fino alla diffusione globale consentita dalle infinite potenzialità della rete nel rispetto del percorso avviato.
Il Talk Show, ideato e condotto dal giornalista Gianluca Baccani, sarà ripreso e reso disponibile in streaming sul portale ufficiale della Toscana INTOSCANA.IT e sul portale AREZZO.INTOSCANA.IT. E’ in programma anche una diretta twitter con l’hashtag #foodeconomy, per garantire la massima interazione con i protagonisti della serata.