Da un lato coloro che non rispettano gli altri e l’ambiente e abbandonano i rifiuti; dall’altro coloro che hanno voglia di dedicare il proprio tempo libero per la pubblica utilità. Due aspetti opposti e complementari sui quali l’Amministrazione di Bibbiena ha deciso di intervenire con due nuovi regolamenti approvati nel Consiglio comunale del 31 di luglio.
A breve, dunque, arriveranno le foto trappole per beccare i furbetti degli abbandoni. L’abbandono dei rifiuti rappresenta un’emergenza anche nel nostro territorio. In passato, e a più riprese, l’Amministrazione è intervenuta in merito a questa problematica che, tuttavia, continua a preoccupare oltre che ad apportare danni all’ambiente e disagi a più livelli.
Attraverso l’Assessore Francesco Frenos, l’Amministrazione, una volta insediata, ha deciso di iniziare un iter che ha avuto la sua felice conclusione proprio nello scorso Consiglio comunale dove è stato presentato ed approvato il nuovo regolamento che permetterà di video sorvegliare il territorio bibbienese per arginare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.

L’Assessore Francesco Frenos commenta: “La problematica è molto sentita sia dagli amministratori che dai cittadini onesti. Il regolamento approvato in consiglio arriva da lontano e ha avuto bisogno di passaggi e tempi tecnici abbastanza lunghi. Il problema della privacy è stato uno dei più difficili da superare. Adesso ci siamo. Sono sicuramente soddisfatto, come lo sono ogni volta che un nuovo progetto viene alla luce. Certamente avrei preferito continuare con le campagne di prevenzione che, purtroppo, sono spesso cadute nel vuoto. Riteniamo che questa strada sia, al momento, l’unica percorribile e che offre garanzie maggiori sul rispetto di regole importanti che ci riguardano tutti da vicino”.

Rammentiamo a tutti che è possibile prenotare il ritiro di rifiuti ingombranti direttamente dal sito di Sei Toscana (www.seitoscana.it) oppure chiamando il numero 800127484, il servizio è gratuito.

Ma quello sulle foto trappole non è stato il solo regolamento presentato al Consiglio. Il parlamentino locale ha approvato anche un nuovo ordinamento per l’utilizzazione di volontari nelle strutture e nei servizi del Comune di Bibbiena.
È sempre l’Assessore competente Francesco Frenos a spiegare le motivazioni e l’origine di questo nuovo percorso: “L’ultimo caso è di qualche giorno fa. Un concittadino è arrivato in Comune chiedendo un incontro agli amministratori per chiedere come poteva fare ad impiegare gratuitamente per il bene comune qualche ora del suo tempo libero.
Il caso del signore non è qualcosa di isolato. Così, confrontandomi con gli uffici, abbiamo definito un percorso in grado di tutelare tutti, sia l’amministrazione che cittadini che sentono di poter dare qualcosa al proprio territorio. Chiaro che questo non significa trovare lavoro gratuito, ma bensì dare uno strumento tutelato a chi volesse provare questa esperienza. Valorizzare quelle persone che davvero hanno a cuore la cosa pubblica è un esempio per tutti e fortifica ma anche migliora il contesto sociale in cui gli stessi vivono e operano. È con questo spirito che abbiamo promosso questo documento”.

Comunicato stampa
Comune di Bibbiena
Bibbiena, 1 agosto 2019