Gal Appennino Aretino: ruolo centrale per il Casentino, in arrivo altre risorse

Tellini: “Una realtà fondamentare per lo sviluppo della vallata”.

“I Gal sono una realtà fondamentali per lo sviluppo economico e sociale della nostra vallata, riconosciuta come area rurale e montana che necessita quindi di politiche specifiche di sostegno” ha dichiarato il sindaco di Chiusi della Verna Giampoalo Tellini durante il seminario “Coltivare il futuro delle Comunità rurali” organizzato dalla Regione Toscana in collaborazione con Anci, che si è svolto venerdì scorso a Firenze e che ha visto la partecipazione dell’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi. “I Gruppi di Azione Locale ormai da anni fanno rete con le associazioni di categoria e le amministrazioni per individuare i bisogni più concreti e urgenti e trasferire fondi mirati e pensati proprio per soddisfarli – ha continuato Tellini – nel territorio casentinese proprio grazie ai finanziamenti trasferiti dal Gal ai Comuni, sono state potenziate le infrastrutture e riqualificate molte aree rurali”. Quella casentinese è quindi un’esperienza positiva, raccontata con entusiasmo dal sindaco Tellini, che ha sottolineato il ruolo centrale dei Gal nella vallata, anche in prospettiva futura. Presenti all’incontro tutti e 7 i Gal toscani che coinvolgono 181 comuni e il 73% del territorio regionale e che in 30 anni di programmazione hanno consentito la realizzazione di 3174 progetti. L’ultima programmazione, quella del Psr 2014/2020 è in pieno corso e coinvolge a pieno titolo anche il Casentino. “I Gal esprimono bene le peculiarità del nostro territorio e la sua voglia di protagonismo – ha dichiarato l’assessore Remaschi – per questo vogliamo incentivare sin dove possibile questo strumento chiedendo nello stesso tempo ai Gal di cercare sempre di più anche strade di collaborazione e di sussidiarietà l’uno con l’altro, perché la potenzialità di crescita coinvolga tutti i nostri territori rurali”.

Poppi, 15 ottobre 2019 – Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa