Giornata mondiale del rifugiato: sabato 23, Ponte a Poppi celebra l’evento con teatro e musica

(immagine di repertorio)

Sabato 23 giugno si celebra la giornata mondiale del rifugiato. Anche a Ponte a Poppi, presso il centro sociale, è stato organizzato un programma di iniziative a cura del Comune di Poppi e dell’Associazione Tahomà con la collaborazione di Nata e Diesis Teatrango. Si comincia alle 15:30 con un aperitivo di benvenuto e accoglienza agli ospiti, e il saluto dell’Amministrazione Comunale. Alle 18:30, “La carta di Lampedusa”, spettacolo teatrale di Piero Cherici, Livio Valenti e Lorenzo Bachini, messo in scena a cura delle compagnie NATA e Diesis Teatrango. A seguire dibattito e confronto con gli ospiti dell’associazione Tahomà residenti in Casentino. Alle 20, buffet multietnico preparato a cura dell’associazione e della comunità senegalese del Casentino. La giornata sarà accompagnata anche dalla musica dal vivo a cura del gruppo “Africa Ritmo”.
La Giornata internazionale del rifugiato è una iniziativa su scala internazionale indetta dalle Nazioni Unite, e viene celebrata il 20 giugno per commemorare l’approvazione (nel 1951) della Convenzione relativa allo statuto dei rifugiati da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Venne però celebrata per la prima volta nel 2001, cioè nel cinquantesimo anniversario della Convenzione. Ogni anno l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) seleziona un tema comune per coordinare gli eventi celebrativi in tutto il mondo. Con ben 70 milioni di rifugiati e richiedenti asilo, oggi il mondo conosce il numero più alto dall’approvazione della convenzione di Ginevra. In pratica una persona su 110 in tutto il pianeta ha lo status di rifugiato o richiedente asilo.

Comunicato stampa
Unione dei Comuni del Casentino
Poppi, 22 giugno 2018