Giovani e politica: sono due aretini i sindaci più giovani della Toscana

Marco Ermini e Filippo Vagnoli

Qualche giorno fa un quotidiano nazionale, commentando i risultati delle ultime elezioni amministrative, ha pubblicato un articolo che trattava il tema ormai annoso del rapporto tra giovani e politica e tra politica e presenza delle donne. Nello stesso articolo era citato anche il Sindaco di Bibbiena essendo il più giovane della Toscana. Filippo Vagnoli e Marco Ermini, attuali sindaci di Bibbiena e di Castiglion Fibocchi, essendo i due Sindaci più giovani della Toscana, hanno così deciso di intervenire attualizzando un tema che purtroppo si ripropone ormai da tempo ad ogni tornata elettorale.

Ermini e Vagnoli partono dai numeri: “Solo il 4% dei sindaci italiani sono giovani amministratori ovvero hanno meno di 35 anni. Un dato importante da cui partire perché ci riporta prepotentemente al tema del rapporto di giovani e politica. Il loro allontanamento dalla politica rappresenta un problema enorme per la nostra democrazia e la sua piena attuazione. Per questo diventa importante e urgente riaccendere interesse e riportare i giovani a parlare della gestione del bene comune, a farli diventare e sentire autori del proprio destino e capaci di prendersi sulle spalle oneri e onori della politica attiva e per farlo dobbiamo impegnarci a riempire il loro futuro di qualcosa che non sia la sfiducia continua nel presente e soprattutto la sfiducia continua nelle loro possibilità”.

I due giovani sindaci commentano ancora: “I giovani sono la cassa di risonanza del risentimento politico della società italiana e non è che in questo sono diversi dalle generazioni più adulte. Però i giovani continuano ad avere entusiasmo. La loro partecipazione su livelli diversi tipo l’ambiente, i problemi delle piccole comunità il territorio sono alte. Insomma il loro livello di coinvolgimento è alto e noi dobbiamo incanalarlo e aiutarli ad arricchire con tutto questo la nostra vita democratica. Certamente le basse affluenze alle tornate elettorali ci spaventano sempre e sono campanelli di allarme importanti. I giovani vogliono essere dei cittadini partecipi, e non dei consumatori e basta. E lo dimostrano in tanti modi, forse la politica dovrebbe prenderne atto e attivare percorsi di coinvolgimento veri. Lo scarso interesse della politica da parte dei giovani è lo specchio del poco interesse della politica per i giovani”.

I due giovani Sindaci Aretino concludono con un appello: “Giovani venite a conoscere il mondo della Politica. Da qui passa tutto e quindi anche il futuro del nostro Paese.”