Il maltempo non ha rovinato la festa: il concerto di Simone Cristicchi con Oida Orchestra instabile di Arezzo, previsto sabato 24 agosto nel grande prato retrostante la bellissima Pieve di Romena a Pratovecchio in provincia di Arezzo, si è svolto al chiuso causa maltempo, nell’Auditorium adiacente. Per venire incontro alle migliaia di persone accorse da tutta Italia, Cristicchi ha eseguito due concerti uguali, raddoppiando una serata di emozioni uniche. Con lui sul palco anche Amara, cantautrice toscana che ha firmato pezzi come “Che sia benedetta” e “Il peso del coraggio” portate al successo da Fiorella Mannoia.

L’apertura della serata è stata di Don Luigi Verdi, fondatore della Fraternità di Romena: “Sono grato alla vita per averti incontrato” dice, rivolto a Cristicchi “Tu canti per unire la gente, canti per chi non ha voce e cerca felicità. Simone e Amara hanno un’energia incontenibile, grazie Simone, grazie Amara”.

Tanti i pezzi in scaletta, da “La cosa più bella del mondo” a “Ti regalerò una rosa”, da “Abbi cura di me” a “L’ultimo valzer”, ma anche “Emozioni” di Lucio Battisti e “Io che amo solo te” di Sergio Endrigo fino ai brani con Amara “Che sia benedetta” e “Il peso del coraggio” di Fiorella Mannoia.

Oida Orchestra instabile di Arezzo diretta dal grande Maestro Valter Sivilotti, era presente con 28 elementi: la musica sinfonica ha regalato un’atmosfera di emozioni palpabili e il pubblico, numeroso dentro e fuori l’auditorium, non si è risparmiato nel dimostrare un grandissimo apprezzamento.

La serata è stata organizzata dalla Fraternità di Romena in collaborazione con la Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi.

Comunicato stampa
Fraternità di Romena e Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi
Pratovecchio Stia, 26 agosto 2019