Historic Rally Vallate Aretine e Rally del Casentino: le date ufficiali

Bibbiena (AR) – Per la Scuderia Etruria il 2020 è già iniziato. Con la pubblicazione ufficiale dei calendari dell’International Rally Cup – Pirelli e del CIRAS, il Campionato italiano Rally Auto Storiche, sono ufficiali le date dei rally organizzati dal team guidato da Loriano Norcini.

Nuovo format e nuova Prova Speciale in Casentino

Si comincia il 6/8 marzo 2020 con la 10^ edizione dell’Historic Rally Vallate Aretine, ancora una volta gara valida come primo appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche, per il Trofeo A112 Abarth Yokohama e per la Michelin Historic Rally Cup. Cuore pulsante della manifestazione sarà sempre la città di Arezzo, con la splendida cornice di Piazza Grande a ospitare il palco di partenza e di arrivo di tutte le tappe. Auto ricche di storia e di fascino come Lancia Delta, Subaru Legacy, Porsche 911 e Ford Sierra Cosworth “vestiranno” ancora una volta una delle piazze più suggestive al mondo. Novità nel format e nelle prove speciali che da otto diventano dieci. Dopo le verifiche del venerdì la gara si svolgerà su due giorni: il sabato verranno disputate le tre prove speciali in Casentino, domenica le due in Val di Chiana. Il primo giorno alle consolidate PS “Ponte alla Piera” e “La Verna” si aggiungerà la novità della PS “Rosina”; le tre prove prove verranno ripetute due volte, in mezzo il riordino di Bibbiena. Domenica partenza verso la Val di Chiana dove si terranno le altre quattro prove speciali con il doppio passaggio sulle confermate “Portole” e “Rassinata”. Al termine degli oltre 120 kilometri di tratti cronometrati conosceremo il successore nell’albo d’oro dell’equipaggio Riolo-Floris, primi sul palco di arrivo nel 2019 con la Subaru Legacy. Nel 2020, in coda al rally torna anche la categoria regolarità sport.

Attese tante novità per il 40° anniversario

Appuntamento il 3/4 luglio 2020 per il Rally Internazionale del Casentino, che compirà 40 anni. Un anniversario prestigioso che verrà festeggiato con numerose novità, sia nel format che nel percorso. Il “Casentino” sarà la terza tappa dell’International Rally Cup – Pirelli – fortunata Serie che vede al timone Loriano Norcini, presidente di Scuderia Etruria – e manterrà altre importanti validità come quella della Mitropa Cup, campionato mitteleuropeo presieduto da Norberto Droandi.

Il Rally Internazionale del Casentino, che nel 2019 ha visto trionfare Manuel Sossella in coppia con Gabriele Falzone (Ford Fiesta R5), abbraccerà tutto il territorio casentinese con prove speciali distribuite su tutta la vallata e avrà ancora Bibbiena come quartier generale. Il “Casentino” è ormai una delle gare più apprezzati del panorama italiano per le sue strade affascinanti e per la sua storia. Sossella nell 2019 è andato ad aggiungersi a un albo d’oro ricco di driver che hanno fatto la storia dei rally italiani, tra questi: Claudio De Cecco (4 volte primo ad inizio degli anni ’90), “Pucci” Grossi ( vincitore nel 2008) e Franco Cunico (2009). Dodici anni fa, invece, l’ultima affermazione di un pilota locale, quando a salire per primo sul palco di Bibbiena fu il bibbienese Roberto Cresci (2007).

Loriano Norcini, presidente Scuderia Etruria

“Nel 2020 i nostri rally raggiungono la cifra tonda, un traguardo che ci rende orgogliosi, ma che ci spinge a lavorare ancora di più per offrire due gare di qualità. Per il momento possiamo dire che ci saranno diverse novità rispetto agli ultimi anni, sia nel percorso che negli orari. Dai tempi del Rally del Casentino in notturna fino all’introduzione della Prova Spettacolo nel centro storico di Bibbiena e della PS “Talla” di 36km, abbiamo dimostrato di saper innovare offrendo sfide sempre nuove e avvincenti ai concorrenti e grande spettacolo per il pubblico. Per la 40^ edizione faremo certamente qualcosa di diverso dalle ultime edizioni, ciò che sicuramente non cambierà sarà la nostra volontà di far vivere il rally a tutta la vallata: tra verifiche tecniche, prove speciali e riordini tutto il Casentino deve essere coinvolto e raccogliere i benefici che una manifestazione come questa porta in termini di turismo”.

C. stampa