I popoli del Parco, “Lassù dove spiccano i baleni”. Giovedi alle 21, 15 all’auditorium “Berrettarossa” di Soci

Quello su “I popoli del Parco” è un progetto che si prefigge di valorizzare e conservare il patrimonio culturale di un territorio fortemente influenzato da una identità comune e irripetibile.  Il territorio del Parco è stato abitato e vissuto dall’uomo per secoli. Le tracce ed i resti di questa convivenza con la natura sono oggi ancora visibili, anche se in parte, nei luoghi più remoti, quest’ultima si è riappropriata dei suoi spazi.
I numerosi ruderi, le mulattiere, le maestà, le chiesette di campagna, sono tracce di un mondo che non esiste più, fatto di pochi ma solidi valori di solidarietà e di sacrifici. Sono opere dell’uomo che ci raccontano di una vita dura, condotta con grande dignità e amore verso queste terre.
“Lassù dove spiccano i baleni” è un documentario che parla di una lunga tradizione di gente di montagna, in questo caso si parla della valle di Pietrapazza, che ha custodito per secoli il tratto di Appennino oggi tutelato dall’area protetta. Con il progressivo spopolamento del Dopoguerra, solo interrotto da recenti fenomeni di controtendenza, la minaccia dell’oblìo sui saperi di un popolo che aveva imparato a convivere con la natura, a trarne di che vivere, si è fatta sempre più pressante.
“E’ proprio l’urgenza di salvare queste conoscenze che ha fatto nascere il progetto ‘I popoli del Parco’, un contenitore dove confluiscono le ricerche condotte dall’area protetta in campo etnologico. Questo materiale ci aiuta a ricostruire e tutelare un patrimonio di conoscenze e di esperienze costantemente minacciato, consapevoli che la conoscenza del passato, delle proprie radici, costituisce un elemento imprescindibile per valorizzare il territorio e riannodare i fili di un senso di appartenenza”. Luca Santini, presidente del Parco.
Dopo la proiezione del documentario ci sarà la presentazione degli strumenti di divulgazione del progetto “I popoli del Parco” (a cura di Nevio Agostini del servizio Promozione dell’Ente).
“La cultura della memoria”, che seguirà, tratterà delle progettualità condivise nell’ambito di questa tematica all’interno della Carta Europea del Turismo Sostenibile.
Andrea Rossi e Pier Angelo Bonazzoli, del servizio Mediateca-Ecomuseo-Unione dei comuni, presenteranno le proiezioni di alcune testimonianze raccolte nel territorio del Parco.
Per l’occasione verrà allestita la mostra dedicata al Popolo di Pietrapazza.
Saranno presenti e rivolgeranno un saluto agli ospiti Luca Santini (presidente del Parco nazionale), Eleonora Ducci (assessore alla cultura dell’Unione dei Comuni del Casentino) e Daniele Bernardini (sindaco di Bibbiena).

L’ingresso è gratuito.
Comunicato stampa