Bibbiena: zona di traffico limitato in Piazza Tarlati a decorrere dal 1° di Luglio

La Giunta comunale, in attesa della prossima attivazione delle scale mobili, ha deliberato di istituire una zona di traffico limitato in Piazza Tarlati a decorrere dal 1° di Luglio.La cosa – in gestazione ormai da tempo, in vista della conclusione e relativa attivazione delle scale mobili che partiranno dall’ampio parcheggio John Lennon – mira a riqualificare e valorizzare il centro storico della nostra città e questo anche attraverso la mobilità pedonale.
Concretamente cosa prevede l’istituzione della zona a traffico limitato?
Innanzitutto verranno eliminati i circa 50 posti auto attualmente esistenti allo scopo di valorizzare l’aspetto architettonico della stessa piazza, di garantire maggiore sicurezza per i pedoni, attenuando nel contempo l’inquinamento acustico dovuto alla circolazione anche in orari notturni, migliorando la vita dei residenti nell’area.
Le esigenze dei commercianti e dei residenti legate al parcheggio delle loro autovetture, saranno garantite con la creazione di una zona di circa 9 posti auto con accesso da via Rosa Scoti destinata ad una sosta veloce di 30 minuti. Verranno ampliate le zone in cui la sosta è disciplinata a tempo (disco orario) che si trovano in prossimità della piazza stessa come il parcheggio delle scuole medie e via Toti, nelle quali i veicoli dei residenti potranno invece sostare a tempo indeterminato. Infine, sarà consentito l’accesso a Piazza tarlati per il solo carico e scarico ai veicoli dei residenti e dei fornitori delle attività commerciali.
Vediamo cosa è vietato e cosa è consentito.
La circolazione dei veicoli è vietata in tutta Piazza Tarlati e nel tratto di via Borghi fra l’intersezione della medesima con Piazza Camaiani fino a Piazza Tarlati.
E’ consentita la circolazione nella zona a traffico limitato delle biciclette o biciclette a pedalata assistita.
E’ consentita, inoltre, ai veicoli delle persone con limitata o impedita capacità motoria, ai veicoli di emergenza-urgenza, ai residenti per il solo carico e scarico, ai fornitori delle attività commerciali e ai mezzi degli addetti alla raccolta rifiuti.
Il Sindaco Daniele Bernardini e l’Assessore competente Francesca Nassini commentano: “La questione della istituzione di una zona a traffico limitato in Piazza Tarlati è stato uno dei punti principali del nostro programma elettorale. Le motivazioni sono importanti e legati soprattutto alla tutela e alla valorizzazione del nostro centro storico che rappresenta una perla architettonica del territorio casentinese. Un centro storico così particolare e unico ha bisogno di essere riscoperto attraverso un nuovo modo di viverlo, partendo proprio dalla mobilità pedonale, come accade nei più importanti e ammirati centri toscani. Tutto questo, ovviamente, senza dimenticare l’accessibilità garantita in ogni modo, anche attraverso la contestuale attivazione delle scale mobili che da Piazzale John Lennon porteranno visitatori e bibbienesi direttamente in via Berni. L’evoluzione della nostra città e del suo centro storico, sul quale questa amministrazione ha investito moltissimo tra la prima e la seconda legislatura, non può che passare anche da un nuovo modo di concepire la sua vivibilità. Il traffico continuo, le auto che occupano da mattina a sera e per 365 giorni l’anno la Piazza simbolo del nostro territorio, secondo noi, non rappresenta un motore di sviluppo. La soluzione trovata con i nove posti con accesso da Rosa Scoti è un’ottima soluzione per valorizzare ma senza chiudere completamente. La soluzione, secondo il nostro punto di vista, diminuirà significativamente anche il passaggio notturno dei mezzi e quindi l’inquinamento acustico per i residenti”.
COMUNE DI BIBBIENA – Comunicato Stampa