Il cittadino al centro: è online il nuovo sito del Comune di Bibbiena

L'assesore alle pari opportunità Martina Cipriani

www.comunedibibbiena.gov.it Da oggi, cliccando qui, i cittadini di Bibbiena si troveranno nel nuovo municipio online. E nonostante la data non è uno scherzo, bensì una nuova e concreta realtà che aiuterà la pubblica amministrazione ad essere ancora più vicina ai propri cittadini.

Da oggi la cittadinanza potrà contare su un nuovo sito completamente rinnovato e realizzato seguendo le linee Agid ovvero quelle dettate dall’Agenda digitale europea.

L’obiettivo ottenuto grazie ad un intenso lavoro di programmazione, è quello di un sito di facile navigazione, studiato affinchè i cittadini possano reperire informazioni e accedere ai servizi rapidamente e in modo intuitivo.

Tutto il percorso è stato seguito dall’Assessora all’innovazione Martina Cipriani che commenta: “I principi che questo nuovo sito ha seguito sono tanti e importanti. Inclusività e accessibilità. In sostanza tutti i cittadini sono stati tutelati, anche quelli con diverse esigenze o con problemi di accesso o particolari disabilità. Altra parola, trasparenza perché nel nostro nuovo sito garantiamo la presenza di tutti i dati e le informazioni necessari ai cittadini, permettendo loro di accedere ai processi amministrativi. Infine ma non per ultimo usabilità: gli utenti devono poter utilizzare i siti e le applicazioni web in maniera semplice e intuitiva”.

Il nuovo sito è stato diviso per aree tematiche dedicate, ma la parte più interessante è l’area personale che il cittadino può attivare tramite Spid.

L’Assessora spiega così questa nuova parte: “Si tratta di un nuovo modo di interpretare la pubblica amministrazione, più vicina al cittadino, più facile, meno impattante perché facilita le operazioni senza far perdere tempo prezioso. Per questa area devo ringraziare l’azienda aretina Lascaux che lavora sull’innovazione tecnologica e su soluzioni che aiutano cittadini e pubbliche amministrazioni sulla strada della digitalizzazione. L’azienda Lascaux ha aderito, fin da subito, al programma ministeriale della Solidarietà Digitale che ha reso disponibili a cittadini e imprese una serie di servizi digitali, gratuitamente offerti, per ridurre gli impatti economici e sociali dell’emergenza Coronavirus”.

Cipriani continua: “Nell’area personale del cittadino per ora si può accedere al servizio anagrafe. Da qui si possono facilmente avere certificati di residenza, stato di famiglia, contestuali per più utilizzi, certificati di matrimonio, nascita e morte. Se il cittadino dovesse pagare qualcosa non deve uscire dal sistema perché attraverso il PagoPA può rimanere dentro e fare in poco tempo tutte le pratiche ed i pagamenti necessari. Una vera rivoluzione direi”.

Nella sezione PagoPA il cittadino può effettuare una serie di pagamenti in modo semplice e veloce: occupazioni di suolo pubblico, mensa e trasporti scolastici, lampade votive e servizi cimiteriali, sanzioni.

Il sito è consultabile anche da cellulare e in modo assolutamente agevole per tutti.

L’Assessora Martina Cipriani commenta: “Un vero e proprio comune virtuale ma con l’aggiunta che può essere facilmente utilizzabile da tutti. Aggiungo che in questo modo il comune sarà più vicino al cittadino. In un momento in cui la distanza e il distanziamento hanno avuto anche risvolti sociali importanti, essere riusciti ad attivare questo nuovo strumento di vicinanza e aiuto alla popolazione sia un risultato da evidenziare. Il processo di digitalizzazione della pubblica amministrazione rappresenta sempre più un momento di democrazia partecipativa, di aiuto e supporto alle famiglie. Come comune proseguiremo ancora su questo progetto che si inaugura proprio oggi con l’attivazione del nuovo sito web. Ringrazio anche la nostra struttura interna ed i professionisti esterni che hanno seguito questo lavoro con serietà e professionalità”.

Il Sindaco Filippo Vagnoli commenta: “Ringrazio Martina Cipriani per il lavoro svolto. L’innovazione è fondamentale per gli enti pubblici in quanto dobbiamo recuperare il gap accumulato in questi anni rispetto al mondo privato. La svolta può arrivare solo con il massimo impegno di tutti. In qualità di responsabile toscano per l’innovazione per Anci Toscana porterò questa istanza sul tavolo regionale per cercare di far fare un passo in avanti a tutta la pubblica amministrazione”.