Il Complesso di San Lorenzo a Sala torna a nuova vita

Domenica 14 Aprile, a partire dalle ore 15.30,  la prima porzione del complesso sarà riconsegnata alla popolazione della parrocchia di San Lorenzo dopo i recenti lavori di Restauro.

E sarà proprio il Vescovo della Diocesi di Fiesole Mons. Mario Meini a celebrare la prima liturgia nella Chiesa che, insieme agli altri ambienti rimasti ad uso parrocchiale, torna domenica a nuova vita. Carlo Toni, sindaco del Comune  Poppi, oggi proprietario della porzione di edificio riqualificato in alloggi riassume così la giornata: “Un momento importante. Il compimento di un consistente lavoro di squadra. Che premia l’impegno e la costanza delle tante persone che, per anni, hanno lavorato al raggiungimento di questo obbiettivo. Un grazie a tutti coloro che hanno creduto nella riuscita di questo progetto: ai tecnici, alle imprese, ai volontari. Un esempio riuscito di grande sinergia tra enti e istituzioni”.

2.Interno
1.Interno di uno degli alloggi: Il loggiato
3.Interno

Il programma di intervento ha previsto l’individuazione  di 6+1 alloggi destinati ad affitto a canone agevolato. Finanziato dalla Regione Toscana, attuato da Arezzo Casa Spa, sotto  lo stretto monitoraggio della Soprintendenza di Arezzo, il Restauro  ha localizzato i nuovi appartamenti all’interno delle parti dell’edificio non destinate a spazi della parrocchia, nel rispetto  assoluto degli ambienti, dei collegamenti interni, della articolazione dei locali esistenti, delle decorazioni e delle finiture, dettagliatamente schedate e salvaguardate. E il Restauro generale delle parti pubbliche, in stato di avanzatissimo degrado. Grande la soddisfazione espressa anche dal Presidente di Arezzo Casa Spa, Gilberto Dindalini:“Questo è l’anno in cui Arezzo Casa porta a conclusione cantieri per circa 60 alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica sul territorio aretino e buona parte di questi in Casentino. Il recupero di San Lorenzo a Sala’ nel Comune di Poppi, rappresenta tra tutti quello più denso di significati. Si ridà vita ad un complesso che è fatto di presidio religioso e residenza sociale. Un patrimonio da anni in disuso e che si andava perdendo. La Diocesi si è privata di una porzione dell’immobile, per riavere una Chiesa restaurata e spazi interni ed esterni per la parrocchia, consentendo, a fronte di un investimento complessivo di circa 1.050.000 €, realizzato con il contributo della Regione Toscana, la realizzazione di sette alloggi di edilizia sociale. Con l’auspicio di una vita migliore per le nuove sette famiglie che vi andranno a vivere”.

Ultimi preparativi quindi per la cerimonia di domenica, ultimi dettagli per questo lavoro diretto dall’Arch. Roberta Fabbrini: “Al 1959 risale l’ultimo importante intervento su questo complesso che, dopo una serie di eventi sfortunati rischiava la totale rovina. A sessant’anni di distanza siamo a concludere un nuovo importante progetto di riqualificazione. Oggi riattiviamo la Chiesa, a breve gli alloggi. Mettere in salvo un pezzo di patrimonio storico-artistico è sempre un’esperienza esaltante. Ma c’è una soddisfazione ancora più grande, che ripaga di tutti gli sforzi: Assistere allo spettacolo di una Comunità che si ritrova attorno a questa Chiesa e ai suoi spazi di socializzazione. Il mio personale ringraziamento, oggi,  oltre che all’impresa, alle professionalità che ci hanno affiancato, allo staff tecnico del Comune e di Arezzo Casa, va soprattutto in questo momento a questa Comunità di persone. Alla loro passione. Alla loro voglia di ricominciare. A loro dedichiamo il nostro lavoro. E soprattutto alla memoria di Don Enzo Ghirelli che, fino alla fine, è stato l’anima di questo luogo”.

Locali parrocchiali
La Chiesa
Esterno

 

Ultimi Articoli

Casentino: rintracciata l’adolescente scomparsa alcuni giorni fa

Il 25 giugno scorso i carabinieri di Badia Prataglia si sono attivati per le ricerche di una minore, una adolescente che si era allontanata...

Il Ministero dello Sviluppo Economico risponde agli alunni della Primaria di Poppi

“Cari ragazzi, sono il capo segreteria tecnica del Ministro Giorgetti e sono stata felice di aver ricevuto la vostra e-mail che dimostra tutto il...

Gianni Gori: dall’oro a Naturalmente Pianoforte

L’imprenditore aretino che vede nell’alternanza scuola lavoro un importante valore aggiunto. Gianni Gori, presidente di Graziella Group, sostiene Naturalmente Pianoforte attraverso la donazione di un...