Il Consiglio Comunale di Capolona approva le nuove tariffe Tari

Martedì scorso infatti durante la seduta del Consiglio è stato preso atto della delibera di approvazione del PEF da parte dell’Assemblea ATO del 17 maggio e conseguentemente sono state  approvate  le nuove tariffe TARI del 2022.
“Per il terzo anno consecutivo – spiega l’assessore Daniele Pasqui – abbiamo preso atto di una delibera ATO sul PEF  per la quale  come Comune  abbiamo votato contro mantenendo la linea degli anni passati.
Infatti dall’entrata in vigore del nuovo metodo Arera Capolona, come tanti  altri  comuni del resto, sta subendo  aumenti ingiustificati  di costi per servizi, servizi  concordati  e preventivati con il gestore che non hanno subito modifiche o migliorie  ma che di anno in anno lievitano invece nei loro valori a discapito dei cittadini”.
Purtroppo infatti  questo meccanismo da un punto di vista tariffario, non premia i Comuni che portano avanti la raccolta differenziata come Capolona.
“Le cifre, stanziate con delibera della Giunta della Regione Toscana n. 319 del 29/03/2021  a titolo di premialità per i Comuni che hanno conseguito i migliori risultati nella raccolta differenziata,  mostrano come tali risorse, spalmate tra tutti i Comuni virtuosi della Toscana, siano assolutamente ridicole e si traducano in pochi spiccioli – prosegue Pasqui –  come amministrazione abbiamo fatto il massimo che ci era consentito per aumentare i numeri della raccolta, e le percentuali ci hanno premiato grazie alla volontà dei nostri cittadini che dobbiamo ringraziare. Purtroppo però  non posso dire che gli altri protagonisti del sistema rifiuti abbiano fatto lo stesso , anzi  dobbiamo subire scelte imposte da altri Enti, scelte che non ci soddisfano e che non sempre condividiamo. Come già espresso più volte  ci batteremo e continueremo in questa battaglia attraverso tutte le modalità consentite dalla legge per avere un servizio funzionante ed equo da un punto di vista economico”.
Per il 2022 il comune del basso Casentino subisce quindi un incremento della TARI del 3,12% a livello comunale, con un PEF che passa da 995 mila euro a 1.027 mila. Da quest’anno però  cambiano le percentuali tra costi fissi e variabili  , con i secondi in aumento  che  incideranno  sulle famiglie numerose anche se gli uffici hanno modificato alcuni coefficenti per rendere più omogeneo l’incremento.
“Finita l’emergenza Covid anche i contributi riconosciuti dallo Stato  sono terminati con il 2022 – conclude l’assessore Pasqui – per questo come  amministrazione, già preventivandolo a dicembre 2021, abbiamo messo a disposizione oltre 35000 euro per calmierare le tariffe fino al 35% dell’intera tassa ai nuclei familiari con Isee non superiore ai 25 mila euro. La domanda dovrà essere presentata entro settembre agli uffici tributari del Comune. Inoltre ricordo che il nostro è uno dei pochi comuni a premiare il conferimento sull’isola ecologica , nel 2021 circa 20 mila euro di sconti sono stati concessi.
Quindi l’invito è quello di conferire più possibile presso la Casella. È stato fatto l’impossibile per trovare risorse dal bilancio che potessero aiutare le famiglie in questo momento economico difficile post covid e legato agli aumenti energetici”.

Ultimi Articoli

Corsalone, casentinese arrestato per spaccio

I Carabinieri della Compagnia di Bibbiena nella loro attività di controllo sulle arterie principali della valle, in località Corsalone, hanno fermato un'auto sospetta con...

Incontri ravvicinati: intervista a Paolo Vanacore

Ho conosciuto Paolo Vanacore a Roma durante la presentazione di Achab, rivista letteraria uscita con il numero 100 dedicato a Pier Paolo Pasolini, su...

Un nuovo Info Point nel centro storico di Poppi

Dalla giornata di lunedì 8 agosto, nel Centro Storico di Poppi, è attivo un info point dedicato alle informazioni turistiche e alla promozione del...