Il Panno Casentino arriva in Belgio grazie agli Amici del Ricciolo

Numerosi anche i prodotti enogastronomici di terra di Toscana

BIBBIENA – Il Club Amici del Ricciolo inanella un altro importante risultato, con la partecipazione del Panno Casentino alla fiera Houtem Jaarmarkt: mercato invernale organizzato nella regione belga delle Fiandre che dal 2010 è iscritto nella lista dei beni del patrimonio culturale intangibile dell’Umanità dell’Unesco, poiché molte trattative avvengono ancora ad opera dei sensali. La fiera più grande d’Europa, che conta centinaia di commercianti e allevatori, non solo belgi, ospiterà la Toscana ed il Casentino con il Club Amici del Ricciolo. Questo è solo uno dei numerosi eventi filantropici che vede protagonista il Club, fondato da un gruppo di persone appassionate che amano e cercano di valorizzare la storia e le qualità del prestigioso tessuto: “Nel 2008 abbiamo vestito il Manneken Pis, statua simbolo di Bruxelles, ogni cinque anni la vestizione si ripete con il cappotto   in Panno Casentino – spiegano Sergio Fiorini e la presidente Maria Inferrera – a ogni  rivestizione vengono organizzati eventi collaterali di folklore, momenti culturali e conviviali, regalando toscanitudine e mantenendo vivo lo scambio con il territorio belga. In occasione della terza vestizione, nel 2019, abbiamo anche donato una bandiera in Panno Casentino con il logo del programma europeo Life all’EASME (Agenzia Esecutiva per le PMI)”. Il Club è anche la memoria storica della manifestazione “La Valle dei Tessuti”, importante rassegna per giovani stilisti che coinvolgeva  le migliori scuole del settore Moda e Arte d’Italia e culminava in una sfilata a Soci con le migliori creazioni in passerella. La manifestazione era indetta  fino a un decennio fa dal Comune di Bibbiena con altri partner istituzionali e i produttori, resta ora il desiderio di poterla realizzare di nuovo.

Ad accompagnare il Club Amici del Ricciolo in questo importante evento ci saranno tradizione, contemporaneità e innovazione con Claudio Grisolini di Tessilnova che produce un Panno Casentino di grande pregio, grazie alla costante ricerca di materiali autoctoni e al rispetto dei criteri di lavorazione storici; l’azienda agricola Il Poggiolo che realizza e lavora il cardo dei lanaioli, attualmente unica in Italia, con il titolare Simonetto Vannini riconosciuto “coltivatore custode” del seme del cardo, pianta in via di estinzione; CipiWipi di Alice Vinci, ideatrice di cover in Panno Casentino per pannolini lavabili, che segue un percorso prettamente ecologico. L’inaugurazione ufficiale della kermesse si terrà giovedì 10 novembre alle ore 18, alla presenza dei rappresentanti delle autorità belghe e italiane, nell’occasione verranno degustati i prodotti dell’azienda del Grigio del Casentino di Massimiliano Senesi. La Fiera proseguirà fino al 12 novembre con numerose iniziative ed eventi collaterali.

Ultimi Articoli

Un pensiero ogni tanto: “Mamma, è sparito il castello”

Mamma, è sparito il castello Tempo di ascolto dell'articolo: 1'03"   -Mamma, mamma è sparito il castello… - Mentre pronunciava queste parole il bambino stava voltato verso il...

Conferenza sindaci, eletto il sindaco di Sovicille: il commento di Vagnoli

“Ieri la proposta dell’Assessore Tanti che mi ha sostanzialmente scelto come il nome adatto per ricoprire il ruolo di presidente della conferenza aziendale dei...

Da oggi si può ottenere il marchio del Parco Nazionale Foreste Casentinesi: ecco come fare

Il marchio del parco nazionale delle Foreste casentinesi. Nel trentennale della sua istituzione, parte il progetto che permetterà all'area protetta di "consigliare" aziende agricole, strutture...