Il viaggio di San Francesco in Casentino

Presentazione del libro di Brilli al Centro Creativo Casentino
Ancora una bella iniziativa organizzata dal Centro Creativo di Bibbiena. Questa sera alle ore 19,00 presso la sede del centro, che ravviva con le sue molteplici attività il nostro Casentino, verrà presentato il libro “Il viaggio di San Francesco, itinerari francescani da La Verna ai romitori di Rieti”. L’autore, Attilio Brilli, è stato docente ordinario di Letteratura anglo- americana presso l’Università degli studi di Siena, sede di Arezzo, esperto di letteratura di viaggio che nel passato ha trattato il tema legato ai territori casentinesi, questa volta affiancato dalla curatrice Simonetta Neri.
Un plauso va all’ennesima interessante iniziativa di approfondimento culturale realizzata dal Centro Creativo Casentino.

Silvia Bianchi
Silvia Bianchi
Nata ad Arezzo da genitori casentinesi vive e lavora tra Arezzo e Firenze. Dottorata in archivistica, ha una seconda laurea in Storia. Studia e lavora negli archivi pubblici e privati da oltre dieci anni. Si occupa di inventariazione, studio documentario, didattica in archivio. Scrive per “La Nazione” e “Toscana Oggi”. Ha pubblicato contributi ed articoli per riviste specialistiche di storia ed archivistica, oltre che il testo dal titolo “L’Archivio dell’ONMI – Federazione Provinciale di Arezzo”. Collabora con Casentinopiù dal 2010 tenendo una rubrica con la madre Maria Maddalena dal titolo “Storia e Territorio”.

Ultimi Articoli

Un pensiero ogni tanto: “Il primo stato della lana”

Il primo stato della lana Eccola così come nasce dall’animale; grezza e appena soffice, a prometter calore. Per nulla bianca e anche un poco maleodorante, ma ambita ed essenziale. La...

Colacem, a Natale un bonus di 500 euro ai dipendenti

In occasione del Natale, il Gruppo Financo ha deciso di inserire un bonus di 500 euro netti nella busta paga dei propri dipendenti. “Si tratta”...

L’Isis di Bibbiena al top della classifica Eduscopio

OTTIMI RISULTATI NELLA CLASSIFICA DI EDUSCOPIO  “Soddisfatti per come la nostra scuola emerge dall'annuale classifica di Eduscopio. Avere un posto in classifica così alto significa...