La Regione Toscana proroga il periodo di rischio degli incendi boschivi e il vice presidente dell’Unione Tellini si raccomanda: “Rispettare le regole, i boschi sono una ricchezza”

Su tutto il territorio regionale il modello di riferimento continua a prevedere “condizioni di alto rischio” per l’innesco e la propagazione degli incendi boschivi, la Regione ha così deciso di prorogare il periodo di allerta fino al 15 settembre. Le previsioni meteo a medio termine elaborate dal Consorzio LaMMA infatti forniscono indicazioni sul probabile mantenimento delle attuali condizioni di rischio nonostante i probabili fenomeni di instabilità pomeridiana con possibili locali rovesci soprattutto nei primi giorni di settembre. “E’ importante che i cittadini si sensibilizzino sul tema, i boschi sono una ricchezza per tutti ed è importante rispettarli seguendo le regole e facendo attenzione ai periodo considerati ad alto rischio – ha dichiarato il vice presidente dell’unione dei Comuni Montani del Casentino con delega alla forestazione Giampaolo Tellini – la Regione ha prorogato il periodo a rischio per lo sviluppo di incendi, di cui al Regolamento forestale della Toscana n. 48/2003, su tutto il territorio regionale fino al 15 settembre 2019 compreso, chiediamo quindi prudenza nell’accensione di focolai anche se apparentemente di piccole dimensioni”.

Comunicato stampa
Unione dei Comuni Montani del Casentino
Poppi, 27 agosto 2019