Insieme per i nostri amici… mici!

Qualcuno penserà che in un periodo così particolare per i nostri paesi, saturi di problematiche varie che non mi metterò ad elencare in questo articolo che ha le pretesa di parlare di altro, qualcuno, appunto, penserá che il problema degli animali e in particolare dei gatti, possa sembrare poca cosa. Io invece penso il contrario. Penso che le cose giuste, mirate e addirittura ben fatte, rappresentino uno stimolo, una speranza, addirittura un esempio.
Ed è proprio di un esempio che vorrei raccontarvi. Sabato 31 agosto, nella struttura della proloco di Campi, nel comune di Bibbiena l’amica Carla Giovani, da sempre proiettata ad aiutare, sistemare e curare i nostri amici gatti, è riuscita a mettere insieme circa 110-120 persone organizzando una serata con l’intento di raccogliere un po’ di soldi per il sostentamento dei nostri amici “mici”.
La cena era completa, con antipasti, primi, secondi e vari dessert. E la serata di beneficenza era provvista dell’energia dei balli di gruppo di Beatrice di “argento vivo” e dell’aiuto concreto del gruppo di amici che con allegria si sono dati da fare. Infatti in tanti si sono prodigati per la riuscita di questa serata dove non sono mancati apparecchiatori, cuochi, frullatori di polenta,  truccatori che hanno creato gatti di ogni tipo e chi più ne ha più ne metta, tutti uniti per un unico scopo.
Che dire, è il caso di spolverare un vecchio e saggio proverbio: riuscure a far tanto con poco!
Sabato scorso la gente ha potuto stare insieme, divertirsi, ballare e donare ai gattini che non hanno la fortuna di vivere avvolti dalle calde pareti di una casa, di godere di cibo assicurato, medicinali e cure veterinarie almeno per un po’ di tempo. Mi sento di dire grazie all’amica Carla Giovani che è sempre pronta ad aiutare i nostri amici gatti e a trovare ad alcuni di loro qualcuno che amorevolmente se ne possa prendere cura. Allora… ci vediremo alla prossima cena per dare una mano ai nostri quadrupedi e… prendiamo l’esempio!

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIl tour casentinese di Marco Togni non si ferma: mercoledì 4 tappa al Palagio fiorentino
Prossimo articoloI cittadini abbelliscono il paese: Civitas, un progetto che funziona
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre 1964. Oggi vive e lavora a Poppi con la sua famiglia, condivide un salone di parrucchieria col marito Claudio Barolo e ha due figli che ritiene i suoi “gioielli”, Lenny di 31 anni e Claudia di 13. La sua più grande passione è la scrittura, infatti Marina ha pubblicato 3 libri, due, di brevi storie che raccontano le problematiche di tutti i giorni, raccontate in maniera tale che possano dare un messaggio anche ai ragazzi più piccoli. I libri di novelle si intitolano: “Le brevi novelle della Marina” e “L’uomo alla finestra”. A settembre di quest’anno ha pubblicato il suo primo romanzo dal titolo “Occhi cattivi”, una storia che lancia un messaggio forte e purtroppo attuale, infatti il libro parla di abusi ai minori. Marina collabora da anni con Casentino Più, un magazine locale casentinese che l’ha aiutata ad allenare la sua scrittura, dal quale trae grande soddisfazione.