La Regione investe un milione di euro per il cablaggio degli edifici pubblici nei comuni delle Aree Interne

Vincenzo Ceccarelli - Foto Agenzia Toscana Notizie

Ceccarelli (Pd): «Finanziamenti anche per 13 Comuni della provincia di Arezzo»

Sono 13 i Comuni della provincia di Arezzo interessati dal finanziamento regionale per l’ampliamento e l’adeguamento delle infrastrutture della rete Lan (Local Area Network) e della Wlan (Wireless Local Area Network), il potenziamento della sicurezza informatica ed è destinato agli edifici pubblici comunali in cui si svolgono attività istituzionali, didattiche, assistenziali, di ricerca (compresi gli spazi di coworking), culturali, sportive e di aggregazione.

A seguito dell’annuncio degli assessori Stefania Saccardi e Stefano Ciuoffo interviene il consigliere regionale Vincenzo Ceccarelli che spiega: «Continua l’impegno delle Regione per le aree interne. La connettività è un tema importante e strategico per i territori montani e periferici, come dimostra il gran numero di Comuni che ha richiesto il finanziamento. In questo modo la pubblica amministrazione di questi territori potrà essere meglio connessa per interfacciarsi con i cittadini favorendo procedure informatiche più brevi e veloci. Questa misura si incardina in un percorso positivo di modernizzazione e segue quelle già messe in atto per le scuole ed i provvedimenti nazionali. Il tema della connettività è un tema centrale per lo sviluppo delle aree interne e affinché si realizzi l’obiettivo di una Toscana più coesa superando le diseguaglianze territoriali».

La Regione ha stanziato un milione di euro che finanzierà 100 interventi in altrettanti Comuni toscani. Si tratta di un contributo in conto capitale che verrà erogato, a titolo di anticipo, nel 2022 e che finanzierà il 100% delle spese di investimento effettivamente sostenute dalle amministrazioni locali.

I Comuni della provincia di Arezzo che riceveranno il contributo sono: Monterchi, Ortignano Raggiolo, Montemignaio, Talla, Chitignano, Castel Focognano, Badia Tedalda, Castel San Niccolò, Pratovecchio Stia, Chiusi della Verna, Sansepolcro, Poppi e Sestino. A ciascuno di loro andrà un contributo massimo di 10.134 euro.