La replica di Ceccarelli alle dichiarazioni di Caporali

Vincenzo Ceccarelli - Foto Agenzia Toscana Notizie

 SULL’ERA EX SACCI: “HO FATTO TUTTO IL POSSIBILE. NON TUTTI POSSONO DIRLO.”

“Scopriamo all’improvviso che il Comune di Bibbiena anche in questa legislatura ha un vicesindaco. A Caporali rispondo che il mio impegno per il Casentino è stato giudicato dai casentinesi pochi mesi fa con le elezioni mentre sulla vicenda dell’area ex Sacci mi pare di capire che a giudicare sarà la procura. Non io, ma la Regione ha fatto tutto il possibile affinché si potesse abbattere l’ecomostro della ex Sacci e migliorare la viabilità di fondovalle, ad esempio stanziando i 21 milioni di euro necessari per realizzare l’opera e proferendo al Comune di Bibbiena tutta la collaborazione giuridica ed economica necessaria affinché l’area fosse liberata cosi come ordinato dall’ordinanza. Mentre la variante tra Santa Mama e Calbenzano sarà ultimata in questo anno e per quella tra Calbenzano e Subbiano verranno presto affidati i lavori, per la variante di Corsalone, malgrado gli annunci di una presunta bonifica dell’area già eseguita, siamo fermi a quel giorno del settembre 2016 in cui la procura sequestrò l’area. Intanto si tenta di scaricare su di me le responsabilità con affermazioni generiche e inconsistenti, prive di ogni riscontro oggettivo. Sarebbe meglio se, anziché perdere tempo, finalmente si realizzasse davvero quello che non è stato fatto in questi anni.”

Così Vincenzo Ceccarelli replica alle parole del Vicesindaco di Bibbiena Matteo Caporali.

Cos’è la variante di Corsalone:

La variante di Corsalone è una delle varianti alla Sr71 finanziate dalla Regione Toscana negli anni scorsi. Il progetto darà una svolta alla viabilità del fondovalle grazie alla realizzazione di 2,8 km di variante, oltre 21 milione di euro investiti e diverse opere connesse che miglioreranno la circolazione locale in punti cruciali come quello del Pollino dove sarà eliminato l’incrocio, causa nel tempo di numerosi incidenti. Lo svincolo della variante sarà realizzato all’altezza di Fontechiara, dov’è prevista anche una nuova area verde. Lungo i 2,8 km di percorso saranno inoltre costruiti un viadotto nello svincolo sud, un ponte sul torrente Corsalone, un ponte sul torrente Vessa e una stazione ferroviaria con una nuova fermata e un nuovo parcheggio. La realizzazione della variante di Corsalone è bloccata dal sequestro dell’area Ex Sacci nel Comune di Bibbiena, avvenuta il 22 settembre 2016, dove la nuova strada dovrebbe transitare, che la procura ha emanato per la presenza di residui di amianto e rifiuti pericolosi.

Di seguito le dichiarazioni del vice Sindavo Matteo Caporali:

https://www.casentinopiu.it/bibbiena-caporali-su-sanita-infrastrutture-e-ceccarelli/