La scelta del nome del Parco del Centro Sociale di Bibbiena: ecco l’idea vincitrice

UN PROGETTO TRA COMUNE, ISTITUTO COMPRENSIVO DI BIBBIENA E PROLOCO

“Il Parco dell’Arcobaleno”. Si chiamerà così il Parco pubblico di Bibbiena Stazione. A decretarlo un concorso che ha visto impegnati i ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Bibbiena, l’Amministrazione e la Proloco di Bibbiena Stazione.

Era stato chiesto proprio ai ragazzi e ai bambini dell’Istituto di esprimersi per dare un nome ad alcuni spazi comuni, in particolare il Parco sociale di Bibbiena Stazione e di inventare una destinazione e progettualità specifiche per la Casina delle Parole inserita nella stessa area verde.

I vincitori in pectore – designati da una giuria appositamente formata da Sindaco, Assessore alla Pubblica istruzione, insegnanti, Dirigente scolastica e il Presidente della Proloco Carla Casucci – sono i ragazzi della V A della Primaria e il Gruppo Sezione1 dell’Infanzia.

L’Arcobaleno è stato scelto come simbolo di questo spazio comune perché secondo i bambini “è un ponte che unisce la scuola al parco giochi e quindi alla comunità intera”. Una menzione speciale è andata anche al titolo “Il Parco della fantasia”.

Altri nomi, come il Conta Bosco e Parco sogni fioriti, ispireranno invece le molteplici attività che verranno da oggi in poi organizzate da scuola, amministrazione e Proloco proprio all’intero del Parco giochi. Le premiazioni saranno fatte il giorno dell’inaugurazione della Casa delle parole, ancora da definire. Le idee progettuali per attivare con i vari soggetti, saranno proposte dal Consiglio Comunale dei ragazzi proprio in quella occasione.

L’Assessora alla Pubblica istruzione Francesca Nassini commenta: “Sono contenta di come questo percorso è nato, e grazie a Carla Casucci e ad Alessandra Mucci; sono felice di come è stato accolto e adesso di questo nuovo nome. L’arcobaleno ci unisce tutti. Aver portato i ragazzi a cercare un nome per un luogo comune, un posto dove loro stessi andranno a condividere momenti di crescita e di svago con i propri coetanei, credo, sia un momento di civiltà altissimo. Solo così portiamo i giovani alla tutela di ciò che appartiene alla comunità”.

Ricordiamo che il Parco di Bibbiena Stazione ospita anche “La Casa delle parole” che è a tutti gli effetti, una sede distaccata della Biblioteca “Giovannini” di Bibbiena e potrà accogliere iniziative di varia natura, culturale e sociale, destinate ai bambini più piccoli e ai ragazzi, ma anche agli adulti.

Il progetto è stato attivato grazie ad un’idea avuta da Carla Casucci Presidente della Proloco di Bibbiena Stazione.

Ultimi Articoli

Un pensiero ogni tanto: “Mamma, è sparito il castello”

Mamma, è sparito il castello Tempo di ascolto dell'articolo: 1'03"   -Mamma, mamma è sparito il castello… - Mentre pronunciava queste parole il bambino stava voltato verso il...

Conferenza sindaci, eletto il sindaco di Sovicille: il commento di Vagnoli

“Ieri la proposta dell’Assessore Tanti che mi ha sostanzialmente scelto come il nome adatto per ricoprire il ruolo di presidente della conferenza aziendale dei...

Da oggi si può ottenere il marchio del Parco Nazionale Foreste Casentinesi: ecco come fare

Il marchio del parco nazionale delle Foreste casentinesi. Nel trentennale della sua istituzione, parte il progetto che permetterà all'area protetta di "consigliare" aziende agricole, strutture...