La telefonata della mamma di Niccolò Campriani alla segretaria del sindaco di Bibbiena

Niccolò Campriani

“Buongiorno, sono la mamma di Niccolò, volevo ringraziare di cuore il Comune di Bibbiena per la vicinanza e il sostegno al poligono dove mio figlio si è appassionato a questo sport, cose delle quali ho parlato a lungo con Brunetti”. Così è iniziata una mattinata qualunque di un lunedì qualunque della segretaria del Sindaco Chiara Giannini che, all’inizio, ha pensato ad uno scherzo.

La signora Eralda, ha chiamato la segreteria del primo cittadino Daniele Bernardini, per ringraziare, appunto, il comune per il “sostegno” dato in questi anni al Tiro a Segno Nazionale sezione di Bibbiena, nel quale Niccolò Campriani ha mosso i primi passi o meglio, tirato i primi colpi.
Mamma Eralda ha annunciato il prossimo trasferimento a Bibbiena con il marito e quindi una visita anche di Niccolò, adesso super impegnato dopo la grande fatica e soddisfazione olimpiche.
Mamma Eralda, ha raccontato a Chiara di essere figlia di un Maresciallo e quindi di aver vissuto “vicino alle armi” per tutta l’infanzia. Vicinanza che è diventata passione, trasmessa poi alla famiglia e quindi al figlio.
La signora Campriani ha parlato anche con l’addetto stampa del Comune, con il quale hanno preso accordi per vedersi a breve in vista dei festeggiamenti ufficiali che Bibbiena sta preparando per il doppio oro olimpico.
Ai complimenti che le sono stati rivolti come madre, lei ha risposto con la modestia e la grandezza che contraddistinguono il figlio: “La nostra famiglia è così, noi siamo così”. Così speciali, aggiungiamo noi, che siamo rimasti ancora col cuore attaccati a quel telefono, un po’ intorbiditi dalla voce sicura eppure dolcissima della signora Eralda che, nel turbinio delle emozioni che le ha regalato il figlio ha avuto il tempo, ma soprattutto la voglia e il pensiero di telefonare un lunedì mattina qualunque alla segretaria del Sindaco di Bibbiena.
Intanto l’amministrazione si sta organizzando per dedicare una giornata di festa per un campione molto legato a questa città, come confermato dalla mamma che ha ricordato all’addetto stampa che sul suo libro “parla e ricorda Bibbiena”.
La data è ancora sconosciuta, visto che andrà concordata con Niccolò tramite la sua famiglia. Il campione, come ci ha detto mamma Eralda, “adesso è preso da tante cose, tra Roma dove lavoro presso la Guardia di Finanza, ma anche in America dove lo aspettano tanti amici”.
Nell’attesa di tutto questo, ci godiamo questa telefonata speciale, che ha reso unico un lunedì qualunque.

C.S. Comune di Bibbiena