L’inizio della scuola è vicino, ma Bibbiena continua a divertirsi, imparando, con i centri estivi promossi e sostenuti economicamente dal Comune di Bibbiena.
I centri estivi di Bibbiena – vere e proprie avventure formative e divertenti che coinvolgono bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni – hanno coinvolto complessivamente nelle tre settimane previste, circa 100 bambini del territorio.
La proposta ha coperto un periodo molto significativo – dal 20 agosto al 7 settembre – e ha sempre avuto come base il C.I.A.F. di Soci e la preziosa collaborazione con lo spazio Il Cappellaio Matto di Soci.
La programmazione delle attività è stata curata dalla pedagogista comunale e dagli educatori del C.I.A.F., per coinvolgere tutti, in percorsi educativi nuovi ed entusiasmanti, in un’ottica di accoglienza e condivisione. I percorsi che sono stati proposti: i rifugi del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, i sentieri immersi nella natura permetteranno di ammirare luoghi di suprema bellezza, il trekking sul Fiume fino alla scoperta dei luoghi storici descritti nelle Novelle della Nonna di Emma Perodi, i castelli.
L’Assessore Mara Paperini commenta:“ La grande partecipazione dei ragazzi, la fiducia dei genitori, le modalità in cui tutto si è svolto, il valore formativo… aspetti dei quali andiamo molto fieri come amministrazione. Le quote di partecipazione sono contenute grazie al sostegno del Comune che ha voluto in questo modo sostenere le famiglie nel compito della conciliazione. Ripeto, soddisfazione e orgoglio per un percorso che ha saputo da un lato offrire un’opportunità ai ragazzi e dall’altro aiutare i genitori. Questa è l’ultima settimana dei centri estivi, alle porte della ripartenza delle scuole. Ritengo un bel segnale di collaborazione con le famiglie del territorio”.

Comunicato stampa
Bibbiena, 5 settembre 2018