Leonardo Vecchioni e Giacomo Giovenali: un’accoppiata vincente!

Sappiamo essere una costante degli ultimi anni in Italia la carenza di posti di lavoro e opportunità di crescita economica, in modo particolare in aree defilate rispetto alle grandi città come il Casentino. Però la determinazione di alcune persone può creare opportunità inaspettate, passando anche dalle discipline sportive.

È il caso del MTrainingLab, che si indirizza alla formazione atletica di sportivi di alto livello come Leonardo Vecchioni. Non stiamo parlando di uno sportivo della domenica, ma bensì di un triatleta che ha raggiunto eccellenti risultati in tempi rapidi fino a diventare un Ironman nel 2018. L’Ironman, ovvero la più avanzata e impegnativa competizione ufficiale di triathlon: con i suoi 226 km totali di percorso, suddivisi in 3,8 km da percorrere a nuoto, 160 da percorrere in bici e 42,2 km di maratona.

Silvia Borgia, curatrice della sezione Cardio del sito www.pazziperilfitness.it, evidenzia che: “La routine di allenamento è molto complessa ed intensa. La costante è il lavoro sulla resistenza con esercizi aerobici, che sollecitano tutto l’apparato muscolo-scheletrico: tipicamente tapis roulant, cyclette, vogatore e salto della corda. Nel caso del triathlon è imprescindibile il lavoro sulla ripresa, per abituare il corpo al cambiamento di disciplina senza avere il tempo per il recupero”.

Per questo anche i professionisti che seguono gli atleti impegnati in questo tipo di gare devono essere altrettanto specializzati e di altissimo livello. Queste sono le caratteristiche del MTrainingLab, che ha saputo conquistare la fiducia di Leonardo Vecchioni. Partecipando ad allenamenti personali e training camp presso l’MTL Center di Casale Chiesina di Bibbiena, l’ironman classe 1983 ha trovato il suo coach nel pilastro del centro sportivo: Giacomo Giovenali.

Lo stesso Giovenali è un campione di triathlon, nonché allenatore che ha trovato in Casentino il luogo giusto per dare vita ad un grande progetto: una squadra e una società di triathlon, dove i suoi oltre 20 anni di esperienza sia come coach che come atleta ed alla base gli studi Isef e scienze motorie, sono a disposizione di molti atleti di tutt’italia e dell’estero. Il piano di sviluppo di altissimo livello prevede la realizzazione di un centro federale, dove i vari atleti possano trascorrere il periodo di di preparazione a 360 gradi.

Da qui si capisce bene cosa abbia portato Leonardo Vecchioni a scegliere di affidarsi alla propria terra per i suoi ambiziosi obiettivi sportivi. Fin dalla giovinezza ha praticato molti sport, anche a livelli agonistici nel territorio regionale e non solo, per spingersi sempre di più verso le due ruote. Nel 2015 incontra Giovenali praticando proprio il ciclismo e rimanendo molto colpito dalla sua particolarissima bike fit: da lì lo sviluppo del loro confronto sportivo e umano, fino alla prima gara di triathlon l’anno successivo e  il sodalizio continua ancora oggi.

Intanto l’allenatore e il suo team programmano le prossime mosse di sviluppo del centro, in attesa del passaggio del Giro d’Italia in questo 2021 tra le continue incertezze sulle riaperture.