L’erba del vicino è sempre la più verde…

Immagine di repertorio

È facile osservare e valutare quando non ci separano né muretti né recinzioni di alcun tipo: solo un corso d’acqua. Sabato 28 Maggio sto percorrendo la statale 208 in direzione di Compito. Trovo un fuoristrada della forestale ed una guardia che mi invita a rallentare: ai bordi della strada un gruppo di ragazzi… bambini e bambine con un adulto puliscono oltre la carreggiata. Al mio ritorno, sotto il cocente sole del mezzogiorno, la scena si ripete. Incuriosita poiché non hanno superato il ponte sul fiume Singerna, mi fermo per chiedere spiegazioni. -Non andrete avanti?- chiedo ad una bambina che avrà forse 10-11 anni.
-No- mi risponde- e poi aspetta che chiamo qualcuno. Viene un adulto e mentre il gruppetto di ragazzi segue la breve chiacchierata mi spiega:- Il gruppo è organizzato dal sindaco di Pieve, io sono un operatore del comune… -Peccato- rispondo- io sto dall’altra parte del fiume e scrivo per Casentinopiù, mi sarebbe piaciuto parlare della vostra lodevole iniziativa… ma non so se il direttore me la pubblicherebbe… qui non siamo in Casentino. I ragazzi mi guardano delusi. Parto dicendo: -Comunque state facendo un servizio molto utile, bravi! Riparto mentre hanno già ricominciato a lavorare con serietà.

CONDIVIDI
Articolo precedenteHa solo 26 anni ed è il nuovo presidente dei partigiani
Prossimo articoloLa cucina di Teverini in Casentino
Maria Maddalena Bernacchi
Maria Maddalena Bernacchi, nata a Compito, Chiusi della Verna, vive e lavora tra Compito ed Arezzo. Negli ultimi anni dell’istituto magistrale “Vittoria Colonna” di Arezzo ha collaborato al settimanale “La Voce” ed al quotidiano “La Nazione”. Specializzata in fisiopatologia ha insegnato ad Arezzo per quarant’anni. Quale insegnante tutor di storia per il Provveditorato agli Studi di Arezzo ha tenuto corsi di formazione sulla didattica della storia contemporanea pubblicando “Il campo-profughi di Laterina” e “Dal locale al globale, esperienze per l’insegnamento della storia”. Per la nipote ha scritto e pubblicato “Ninne-nanne, filastrocche, proverbi e… Una nonna si racconta”. Collabora con Casentinopiù dal 2010, tenendo, con la figlia Silvia la rubrica “Storia e Territorio”.