Lettera del sindaco Vagnoli ai cittadini

“Oggi festeggiamo una Pasqua molto particolare, un momento che ricorderemo per molto tempo e lo racconteremo ai nostri figli e gli stessi ai loro figli.

Sarà la Pasqua dell’isolamento, del distanziamento sociale. Solitamente questo è il periodo dell’anno in cui la vita sociale delle comunità e quella familiare sono al centro di tutto. Questa volta dovremo festeggiare lontani l’uno dall’altro. Non sarà facile. Dovremo vivere in solitudine la nostra passione.

Ma la Pasqua ci regala dei significati importanti che ci daranno la forza per farlo. Il primo è quello del “passare oltre”. Passeremo il nostro deserto, ovvero questo momento di difficoltà, e lo faremo con il coraggio dovuto. Poi ci sarà la nostra Resurrezione come individui ma soprattutto come comunità.

Credo che il momento attuale ci offra un’opportunità unica, che è quella di ripensare al nostro ruolo come cittadini.

Sono certo che il dopo sarà diverso in termini di intensità delle nostre relazioni, del nostro vivere ed interpretare l’essere comunità.

La prova a cui ci ha sottoposto il coronavirus è quella del vaglio che elimina le scorie, le cose non necessarie e mantiene ciò che conta davvero.

Ciò che attraverserà questo passaggio avrà un grande valore per tutti noi.

Con questo vorrei augurare una buona e serena Pasqua a tutte le famiglie, a tutti gli anziani che si trovano lontani dai loro cari, ai bambini che hanno fatto la loro quarantena, alle persone che stanno guarendo, a chi ancora deve farlo e a tutti coloro che mi stanno dando la forza di servirvi ogni giorno in modo dignitoso anche in questo periodo.

A tutti voi, auguri!”

Il Sindaco Filippo Vagnoli