LFI, il Presidente Seri risponde alle accuse della Provincia di Arezzo sulle obbligazioni MPS

Nella foto, il Presidente di LFI Maurizio Seri in un fotomontaggio con il treno Jazz

In merito all’articolo apparso su Arezzo Notizie (http://www.arezzonotizie.it/attualita/lfi-chiassai-bilancio-obbligazioni-mps.html) in cui la Presidente della Provincia di Arezzo Silvia Chiassai Martini accusa LFI di aver “polverizzato 2 milioni di euro per l’acquisto di obbligazioni del Monte dei Paschi di Siena” e prende atto che “…una società di gestione dei trasporti pubblici ha utilizzato il capitale sociale non per ottimizzare i servizi rivolti al cittadino e al territorio, ma in operazioni finanziare rivolte a una banca che detiene, tra l’altro, azioni della stessa società, polverizzando circa 2 milioni di euro…”, abbiamo contattato il Presidente di LFI Maurizio Seri per avere una sua dichiarazione. Il presidente  ci ha dichiarato quanto segue: “Sull’argomento uscirà, com’è giusto, nei prossimi giorni una nota puntuale e dettagliata sull’operato degli attuali amministratori. Dopodiché, preciso comunque che gli attuali amministratori venuti a conoscenza dell’investimento, effettuato nel 2008, hanno monitorato la situazione portando l’argomento in cda e successivamente, in assemblea dei soci ottenendo nel novembre 2017 il mandato richiesto per agire legalmente contro Mps nell’interesse della società e dei soci. Il procedimento legale per la richiesta del risarcimento è in corso. Agli attuali amministratori non compete sindacare sulla scelta fatta a suo tempo. Quello che stiamo facendo è tutelare in ogni sede di giudizio il patrimonio della società.”